TURISMO

Milano apre su WeChat un canale in cinese

Si chiama YesMilano l’account ufficiale di promozione della città in Cina attraverso la piattaforma di messaggi, video e pagamenti più diffusi nel Paese asiatico con oltre 1 miliardo di utenti. Già oggi è cinese il 9% dei turisti in città

di Laura Cavestri


default onloading pic

2' di lettura

Milano apre una sua “finestra” su Wechat, ovvero la piattaforma che è app di messaggistica, social media e sistema di pagamento per oltre un miliardo di cinesi. L’annuncio è stato dato oggi, 16 ottobre, a Shanghai nel corso di una presentazione a cui hanno partecipato Teatro alla Scala, FC Internazionale Milano, Camera della Moda e Tencent Group.
Milano è così la prima città italiana a essere presente su Wechat con un proprio account ufficiale e un Mini Program.

Milano si presenterà al pubblico cinese attraverso due modalità: la prima è l’account ufficiale, già attivo, YesMilano (completamente in lingua cinese), dedicato agli utenti che si trovano in Cina. All’interno del canale ufficiale saranno presenti tutte le informazioni utili a prsentare la città quale meta turistica. Attraverso l'account ufficiale verranno fornite anche le indicazioni pratiche per il soggiorno in città e gli itinerari sul territorio. Non solo. YesMilano – che entra nel mercato cinese grazie a un accordo con il Gruppo Tencent, proprietario di WeChat, e il supporto tecnologico di Retex, società specializzata nell’innovazione del mondo retail, unico trusted partner di Tencent in Europa – sarà lo spazio digitale con cui Milano comunicherà direttamente con i propri followers cinesi, supportandoli dall’organizzazione del viaggio fino al soggiorno in città.

Entro la fine del 2019, verrà avviata anche una seconda modalità di proposizione di Milano su WeChat, attraverso un Mini Program all’interno dell’account ufficiale, dedicato a chi già si trova in Europa o a Milano. L’utente potrà organizzare al meglio la propria visita in città sulla base dei propri interessi. Sarà, infatti, possibile pianificare il soggiorno scegliendo tra percorsi enogastronomici, culturali, sportivi o dedicati allo shopping.
L’applicazione fornirà informazioni sui servizi, negozi, ristoranti, istituzioni culturali e altri punti di interesse cittadini in modalità geolocalizzata, attraverso la semplice consultazione di una mappa interattiva all’interno dell’ecosistema WeChat.

Quello cinese, entro il 2030, rappresenterà quasi un quarto del turismo globale e si stima che, nei prossimi 5 anni, avrà per Milano un potenziale di 220 milioni di visitatori. Negli ultimi 4 anni, grazie anche a Expo 2015, oltre 10 milioni di turisti visitano la città ogni anno e, di questi, il 9% proviene proprio dalla Cina.

«L’iniziativa messa in campo dall’agenzia di promozione di Milano – ha detto il sindaco Giuseppe Sala – è strategica per la crescita della città e del sistema di imprese del territorio».
«Aprire un account su WeChat dedicato a Milano – ha detto il presidente della Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi Carlo Sangalli – è una scelta innovativa per offrire ai visitatori cinesi uno strumento efficace in grado di promuovere la dimensione turistica, culturale e imprenditoriale milanese. Una tendenza confermata dal numero delle nostre imprese che hanno una partecipazione estera».

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...