ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùOspitalità

Milano, Ferragamo apre Portrait, polo del lusso e dell’alta hôtellerie

L’antico seminario del 500 diventa albergo e luogo d’intrattenimento

di Paola Dezza

Gli esterni. Cortile e porticato dell'hotel Portrait del gruppo Lungarno Collection

2' di lettura

Per ben tre decadi i milanesi all’indirizzo di corso Venezia 11 hanno visto solo un grande portone chiuso, che il primo dicembre aprirà i battenti scoprendo la riqualificazione dell’ex seminario arcivescovile convertito in hotel e polo del lusso. Il gruppo Ferragamo aprirà qui Portrait Milano, hotel con 73 camere, di cui 20 suite, Spa, ristoranti, bar e boutique. Il maestoso cortile interno, che si incontra superato il portale barocco di Francesco Maria Richini, sarà aperto anche su via Sant’Andrea 10 a formare la piazza del Quadrilatero – questo il nome scelto come omaggio alla moda -, che con i suoi oltre 2.800 metri quadrati diventerà un luogo di ritrovo per cittadini e turisti.

Il palazzo è stato il seminario più antico in Europa, secondo nel mondo, costruito nel 1564 con una posizione strategica e centrale nel Quadrilatero fashion del capoluogo lombardo. Nei secoli è stato convitto durante l’impero di Maria Teresa d’Austria, prigione ai tempi di Napoleone, ospedale per i soldati di Radetsky. Poi venne ristrutturato da Piero Portaluppi nel 1967 e divenne atelier dell’architetto Mario Bellini negli anni Ottanta.

Loading...

Portrait è il giovane brand dell’ospitalità di lusso del gruppo Lungarno, che fa capo alla famiglia Ferragamo, con due strutture attive a Firenze e Roma. «Abbiamo voluto trovare una location unica e al contempo restituire a Milano questo luogo come nuova destinazione – ha raccontato visibilmente emozionato Leonardo Ferragamo, presidente di Lungarno Collection –. È stata una operazione complessa e ambiziosa, in un luogo ricco di storia che dal passato profondo si proietta nel futuro». Grazie al supporto di amministrazione comunale e Curia. E aggiunge: «L’ospitalità ha ispirato la nostra famiglia da tanti anni, perché abbiamo sentito questo settore vicino alla moda. Portrait nasce proprio da una visione che vuole esaltare le caratteristiche, la qualità e gli aspetti storici dei luoghi prescelti». Leonardo Ferragamo e Valeriano Antonioli, ceo del gruppo, non si sbottonano sui numeri. L’edificio è in affitto e ha richiesto ingenti investimenti di ristrutturazione. Ma il budget non è ancora definitivo, complici i rincari delle materie prime e della manodopera dell’ultimo periodo.

Il progetto è curato da Michele De Lucchi e per gli interni da Michele Bönan. A ideare l’esperienza offerta nella ristorazione sarà Identità Golose dello chef Andrea Ribaldone, che gestirà direttamente i bar e i ristoranti del lato nord, che includono anche un giardino.

«Porteremo la vita contemporanea dentro un luogo antico – ha detto l’architetto De Lucchi – per mettere insieme il passato con il presente. Viviamo in un Paese straordinariamente ricco di storia che offre grandi opportunità di trasformare gli edifici antichi in luoghi della contemporaneità».

Riproduzione riservata ©
  • Paola DezzaCaposervizio Responsabile Real Estate

    Lingue parlate: inglese, francese

    Argomenti: mercato immobiliare, architettura, finanza immobiliare, lifestyle, turismo, hotel e ospitalità

    Premi: “Key player of the italian real estate market” di Scenari Immobiliari

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti