ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùStudent housing

Milano inaugura aparto Giovenale: 600 posti letto (e un allevamento di api)

Inaugurata la prima residenza universitaria del brand internazionale dedicato agli student housing e detenuto al 100% da Hines, che ha investito assieme a Blue Noble. Nato dalla riqualificazione dell’ex deposito dei grandi magazzini de La Rinascente, la struttura da 16mila metri quadrati tra via Giovenale e via Col Moschin coniuga ecosostenibilità e servizi (dalla palestra al cinema)

di Laura Cavestri

3' di lettura

Seicento posti letto (di cui 400 già occupati), palestra, spazio cinema e sul tetto le arnie per le api. aparto – il brand internazionale di student housing di proprietà al 100% del Gruppo Hines – ha inaugurato ufficialmente la prima residenza universitaria italiana a Milano (la 15° del gruppo in Europa), grazie all'investimento di Hines e dell’investment manager internazionale Blue Noble, investment manager del panorama immobiliare
internazionale. aparto Milan Giovenale.

La hall interna

Student housing, Milano inaugura aparto Giovenale

Student housing, Milano inaugura aparto Giovenale

Photogallery10 foto

Visualizza

La struttura

Nato dalla riqualificazione dell’ex deposito dei grandi magazzini de La Rinascente, la struttura – per un totale di 16mila metri quadrati – è situata tra via Giovenale e via Col Moschin, a pochissima distanza dall’Università Bocconi. Tuttavia, con l’ateneo ha una convenzione per un massimo del 60% dei posti disponibili. La struttura, infatti, è aperta a tutti (ha già accolto circa 400 studenti internazionali ed entro settembre, si prevede che raggiungerà il numero completo di 600 ospiti) e offre diverse tipologie di alloggio. Dalle camere doppie (con cucina e spazio living attrezzati ogni 6 stanze), alle camere singole con angolo cottura. All’ultimo piano, poi, veri e propri appartamenti autonomi, più spaziosi, prevalentemente per soddisfare le esigenze di maggior privacy di docenti e ricercatori. L’intera struttura è a misura di studente e anche gli arredi, realizzati grazie alla collaborazione tra lo studio inglese Carmody Groarke e l’azienda italiana Cesare Roversi, sono stati pensati nel rispetto dei bisogni degli ospiti.

Loading...
Cucina e spazi comuni

I prezzi degli alloggi vanno da un minimo di 600 euro al mese (per la doppia con cucina condivisa) ai 1400 euro al mese per gli appartamenti. Progettato e costruito nel rispetto dei più elevati standard internazionali di sostenibilità ambientale ed efficienza energetica, aparto Milan Giovenale sarà la prima residenza universitaria italiana ad aver conseguito la certificazione Leed.

I servizi

La GenZ è accolta da servizi all’avanguardia con spazi comuni pensati sia per lo studio sia per il tempo libero: una palestra con le attrezzature Technogym, uno studio yoga, servizi di lavanderia, cinema, sale giochi e spazi esterni attrezzati. L’obiettivo di creare occasioni di crescita per i propri ospiti ha condotto aparto a siglare una serie di partnership. Ad esempio, con Taldeg che ha realizzato le installazioni artistiche degli spazi comuni puntando a rendere gli ambienti stimolanti e densi di significati; Technogym per l’educazione al benessere attraverso movimento e attenzione al cibo; Unobravo che offre servizi di supporto psicologico per gli studenti e una formazione specializzata per gli operatori, cercando di prevenire il disagio; Apicolturaurbana.it che ha installato alveari sul tetto di Giovenale contribuendo alla salvaguardia della biodiversità cittadina.

«L’Italia è rimasta sinora molto indietro rispetto a un modello di residenzialità per studenti che, chiunque abbia studiato all’estero, sa essere molto diffusa. Il progetto di sviluppo dell’immobile – ha spiegato Mario Abbadessa, senior managing director & country head di Hines Italy – ci consente di presentare alla città un edificio moderno, sostenibile in grado di arricchire il tessuto sociale poichè incubatore di talenti. I nostri investitori esteri sono venuti oggi a studiare il nostro modello di student housing, che, a differenza di molte strutture all’estero, coniuga accessibilità dei canoni a eco-sostenibilità e inclusione. I servizi e gli spazi sono a disposizione di tutti gli ospiti». Inoltre, ha aggiunto Abbadessa, «stiamo proseguendo nell’obiettivo di vostruire 5mila abitazioni in affitto e a gennaio 2023 apriremo anche lo student housing di aparto Ripamonti.

«Queste strutture – ha aggiunto il rettore della Bocconi, Gianmario Verona – si inseriscono in pieno in un modello di accoglienza che non è solo ospitalità o alloggio, è creare le condizioni perchè si sviluppi un’economia della conoscenza e dell’attrazione dei talenti. Chi arriva a  Milano per studiare, dal resto d’Italia e dall’estero, deve trovare una community – che si sviluppa anche attraverso una residenzialità di alto livello che poi diventa scambio, network di conoscenze – che poi incoraggi a rimanere e mettere qui a frutto le proprie competenze».

L’apertura in Spagna

aparto Milan Giovenale è di proprietà del Fondo “Living 2.0”, gestito da Savills Investment Management Sgr Spa e investito da Hines, in joint venture con Blue Noble e finanziato da Unicredit Spa. L’operazione di sviluppo è stata guidata da Hines, mente la gestione è stata affidata ad aparto, che è la piattaforma di studentati di Hines. Ha 15 strutture tra UK, Irlanda e Italia e due che devono aprire in Spagna. Nel mese di settembre, infatti, aparto sbarcherà a Barcellona, con quella che diventerà la sua sedicesima struttura (aparto Barcelona Pallars).

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter RealEstate+

La newsletter premium dedicata al mondo del mercato immobiliare con inchieste esclusive, notizie, analisi ed approfondimenti

Abbonati