real estate

Milano Santa Giulia, Psp con Lendlease: un miliardo dal fondo canadese

Il veicolo americano entra nel piano di riqualificazione al fianco degli australiani. Avviato un primo fondo da 250 milioni, in totale l'opera vale 2,5 miliardi

di Paola Dezza

Andrea Maurizio Gilardoni spiega come guadagnare con le case

Il veicolo americano entra nel piano di riqualificazione al fianco degli australiani. Avviato un primo fondo da 250 milioni, in totale l'opera vale 2,5 miliardi


3' di lettura

Milano territorio di alleanze internazionali. Nella città lombarda, infatti, australiani e canadesi lavoreranno fianco a fianco per rigenerare un importante quadrante periferico. Si gioca sull’area di Milano Santa Giulia, infatti, l’accordo tra Lendlease e il fondo pensione canadese Psp Investment da ieri insieme per procedere nell’ampio progetto di riqualificazione urbana che vale 2,5 miliardi di euro.

Il colosso australiano, entrato nel progetto nel 2017, ha siglato due giorni fa una partnership con i vertici di Psp, gruppo che vanta 169 miliardi di dollari di asset in gestione ed è attivo nel real estate, nelle infrastrutture, nel private equity e nel debito.

Al via un fondo immobiliare

La prima tappa dell’intesa si concretizza nell’avvio di un fondo immobiliare, gestito da Ream Sgr, del quale Lendlease e Psp saranno azionisti paritetici al 50%. Al fondo verranno conferiti i due edifici in costruzione Spark One e Spark Two, nella zona nord dell’area a ridosso della stazione ferroviaria Rogoredo. Ma l’investitore canadese diventa soprattutto partner per il 50% di tutto il progetto Santa Giulia ancora da sviluppare. In cui sostenibilità (tutto il progetto ha target carbon zero), iniziative a impatto sociale e visione di lungo periodo si sposano. L’accordo declina la strategia di sviluppo immobiliare, investment & asset management di Lendlease che intende attrarre in Italia primari investitori istituzionali long term nei progetti di rigenerazione di ampia scala dimensionale. In questo caso, per la prima volta in Italia, attraverso lo strumento di investimento del forward funding, che prevede il finanziamento della fase di costruzione anche attraverso capitali di equity anticipati dall’acquirente finale degli immobili.

Nell’ambito dell’operazione Lendlease ha ceduto tramite la controllata al 100% InTown (il 50% in capo a Risanamento è stato acquistato dagli australiani lo scorso febbraio) i due edifici in costruzione al fondo Lendlease MSG 1 (Italy) che vale circa 250 milioni di euro. Per Spark One e una parte di Spark Two sono stati sottoscritti contratti di locazione con Saipem, mentre per i restanti spazi vuoti di Spark Two è stata appena riavviata la commercializzazione. Nel dettaglio Saipem occuperà circa 43.500 mq di uffici.

Avanti con il progetto

Acquistato nell’ottobre 2019 per 262 milioni di euro l’headquarter Sky (parte del fondo Lendlease Global Commercial Italy Fund, gestito da Ream Sgr e controllato da un Reit quotato a Singapore), oggi Lendlease può procedere con il resto del progetto che prevede uffici, residenze da mettere sul mercato e case da gestire in affitto, negozi. Il PalaItalia, l’arena che deve essere completata per le Olimpiadi invernali Milano-Cortina 2026, sarà realizzata da Ovg Europe Limited coadiuvata dal gruppo organizzatore di eventi Live Nation e l’accordo definito verrà siglato entro l’estate. Ad accelerare i tempi la pubblicazione, a metà maggio, da parte del Comune dei documenti relativi alla variante al Piano Integrato di Intervento Rogoredo Montecity necessari per la realizzazione proprio del PalaItalia, struttura chiave di Milano-Cortina 2026, oltre al completamento del quartiere.

Impegno a lungo termine

Psp dunque si impegna a restare a Milano a lungo termine, con un’ottica lontana dall’investimento opportunistico che torna ad affacciarsi in questi tempi di pandemia in cerca di opportunità interessanti con prezzi rivisti ovviamente al ribasso.

Il primo passo nella prosecuzione del progetto sarà quello di portare avanti le infrastrutture della parte nord e di iniziare a guardare la realizzazione immobiliare nei primi lotti alle spalle della sede Sky. Qui si potranno costruire uffici per circa 52mila metri quadrati con 3mila mq di spazi retail di servizio.

A regime l’impegno sarà di un miliardo a testa tra australiani e canadesi. Di volta in volta, realizzate le bonifiche, Psp entrerà come investitore.

Lendlease intende seguire la stessa strada per Mind, altro grande progetto di riqualificazione in cui gli australiani sono impegnati a Milano. Ma qui si punta a coinvolgere anche investitori italiani.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti