Il Report

Milano nella top 15 per domanda e crescita dei prezzi delle case di lusso

Secondo il Savills World Cities Prime Residential Index, il 2022 sarà positivo per il settore residenziale luxury nelle maggiori città del mondo. I timori legati alla pandemia di una “fuga dalle città” si stanno rivelando infondati

di Nicol Degli Innocenti

2' di lettura

Milano entra nella classifica delle top 15 città al mondo che registreranno una forte domanda e una crescita dei prezzi immobiliari nel 2022.
Secondo il Savills World Cities Prime Residential Index, l’anno appena iniziato sarà decisamente positivo per il settore residenziale lusso nelle maggiori città del mondo. I timori legati alla pandemia di una “fuga dalle città” si stanno rivelando infondati.

«Nonostante la minaccia di misure che potrebbero raffreddare il mercato, come l’aumento dei tassi d’interesse, sembra certo che il 2022 continuerà il trend positivo già visto nel 2021», ha commentato Paul Tostevin, responsabile della ricerca globale di Savills. L’aumento medio dei prezzi sarà del 4,3% quest’anno, secondo le previsioni, ma nelle prime due città in classifica, Miami e Berlino, l’incremento sarà superiore al 10 per cento.

Loading...

In Europa

Nelle top 15 al mondo ci sono sei città europee: Berlino al secondo posto, spinta dall'economia in crescita, dalla forte domanda internazionale e dalla scarsa offerta; Londra al sesto, Amsterdam in undicesima posizione, Ginevra in dodicesima, Milano in tredicesima e Madrid al 15esimo posto.La previsione per Milano, che ha registrato un aumento delle valutazioni del 2,8% nel corso del 2021, è di una netta accelerazione che farà aumentare i prezzi tra il 4% e il 5,9% quest’anno. Mosca si trova al terzo posto nella classifica mondiale, con un previsto aumento dei prezzi tra l'8 e il 9,9%, dopo il +15% registrato nel 2021 e dovuto all'aumento della domanda. Savills spiega che i ricchi russi che un tempo acquistavano immobili all'estero si sono invece concentrati sulla loro capitale.

Nel contesto globale

Nel contesto globale spiccano le città statunitensi che continueranno la corsa iniziata nel 2021. Lo scorso anno i valori degli immobili prime sono aumentati del 21% a Miami e del 20% a Los Angeles. La città della Florida resta prima in classifica con un +10% previsto per il 2022 grazie alla sua reputazione per un'alta qualità della vita, mentre LA rallenterà con incrementi stimati tra il 4 e il 5,9 per cento.

In tutto il mondo i mercati residenziali prime sono molto attivi, grazie alla graduale uscita dalla pandemia e alla ripresa economica. Delle 30 città prese in considerazione da Savills, 28 registreranno aumenti dei prezzi quest'anno. Le due eccezioni negative sono Hong Kong, penalizzata dalle incertezze dovute al pugno di ferro cinese, e Parigi, dove i prezzi si stabilizzeranno dopo il calo dell’1,6% registrato nel 2021. «I bassi tassi d’interesse e l’aumento dei salari hanno reso i mutui più abbordabili, mentre alcune città come Miami, Dubai e Lisbona hanno tratto beneficio dalla flessibilità del lavoro in remoto e dalla richiesta di maggiore spazio –, spiega Tostevin–. Quest’anno la crescita delle maggiori città sarà determinata dal ritorno in ufficio e dalla ripresa dell'istruzione e dei viaggi».

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter RealEstate+

La newsletter premium dedicata al mondo del mercato immobiliare con inchieste esclusive, notizie, analisi ed approfondimenti

Abbonati