Epoca

Mille Miglia 2017, da Roma a Parma: la quarta tappa del Sole 24 Ore

di Simonluca Pini

default onloading pic


2' di lettura

Percorrere 420 chilometri in una sola giornata, molto spesso sotto la pioggia e senza mai utilizzare l'autostrada, è una prova decisamente impegnativa. Ancora di più se ci si trova al volante di una vettura degli anni 20 o 30, come una Bugatti Type 23 o una Alfa Romeo 6C 1750 GS. La giornata del sabato ha messo a dura prova gli equipaggi della Mille Miglia 2017, a causa della forte pioggia che ha colpito la carovana fin dalle prime ore del mattino.

Mille Miglia 2017, da Roma a Parma: la quarta tappa del Sole 24 Ore

Mille Miglia 2017, da Roma a Parma: la quarta tappa del Sole 24 Ore

Photogallery38 foto

Visualizza

Comfort decisamente diverso al volante della Porsche 911 Targa 4 GTS, dove è bastato chiudere il tetto quando abbiamo incontrato il primo nubifragio appena lasciata Roma. La vettura di Stoccarda, con oltre 1000 chilometri all'attivo in gara, tra le curve toscane ha mostrato il grande lavoro fatto dagli ingegneri di Stoccarda. Dopo il bagno di folla ricevuto a Buoncovento siamo stati bloccati da un commissario troppo zelante a San Miniato, mentre non è mancato il passaggio in Piazza del Campo a Siena “baciata” dal sole. Lasciata la città del Palio abbiamo puntato verso l'Abetone, nuovo percorso dopo l'abbandono della Futa. Qui il maltempo ha nuovamente colpito la carovana, aumentando così le difficoltà per gli equipaggi. Arrivati a Modena abbiamo sfilato davanti al Museo Enzo Ferrari, davanti allo sguardo stupito di molti fan del Cavallino. Dopo la città della Ghirlandina e il passaggio a Reggio Emilia, alle 22.30 siamo stati accolti da Parma, fine del percorso del sabato.

Loading...

La classifica provvisoria, dopo l'arrivo a Parma, vede un distacco di poco più di 300 punti tra tra i bresciani Andrea Vesco e Andrea Guerrini, a bordo di una Alfa Romeo 6C 1750 GS del 1931, e il vicentino Luca Patron con Massimo Casale viaggia su una OM 665 Suberba 2000. Al terzo posto più staccati i mantovani Giordano Mozzi e Stefania Biacca al volante di una Alfa Romeo 6C 1500 GS Zagato. Quarta posizione per l'argentino Juan Tonconogy, vincitore di due edizioni della Mille Miglia, in coppia con il connazionale Guillermo Berisso su Bugatti Type 40 del 1927. A causa della pioggia battente, oltre 40 equipaggi si sono dovuti ritirare. Tra le vetture che hanno abbandonato la gara anche l'Alfa Romeo 6C 1750 GS del 1930 dei favoriti Giovanni Moceri e Daniele Bonetti o la Bugatti Type 23 del 1920 della coppia tutta al femminile Silvia Marini e Saskia Stöckelmann.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti