Grandi eventi

MiMo 2021, tutto quello che c’è da vedere al salone all’aperto delle auto più belle

Dopo la giornata inaugurale alla presenza delle autorità e dei rappresentanti dei costruttori di auto e di moto, il protagonista è il pubblico. Il programma dell'evento e i modelli esposti nel centro di Milano.

di Corrado Canali

5' di lettura

Il MiMo raccontato fra le vie del centro di Milano e l'area esterna all'Autodromo Nazionale di Monza. Il lungo weekend dedicato ai motori prevede una decina di anteprime mondiali oltre a numerose supercar che è difficilmente si possono vedere dal vivo, ma anche test drive delle vetture elettriche, a cui si aggiunge l'esposizione di vetture storiche e gli eventi in pista. Ecco come muoversi per vedere le protagoniste di questa kermesse che con l'aiuto della tecnologia e le dovute restrizioni si può svolgere comunque dal vivo nonostante la situazione sanitaria richieda precauzioni e regole da seguire.

Le novità dei brand del gruppo numero uno al mondo

Nel centro di Milano, le installazioni dei 63 marchi partecipanti sono visibili a partire da piazza Duomo. La pedana numero uno è riservata ad una première mondiale della Bugatti che al MiMo porta anche la Bolide per la prima volta visibile al pubblico, la Chiron Pur sport e la Chiron Sport. Restando nell'ambito del gruppo Volkswagen e in quello delle altissime prestazioni si prosegue con le Lamborghini Sian Coupè e la Huracan STO, l'Audi RS e-tron GT e con una world première di moto firmata da Ducati il brand a due ruote del gruppo tedesco.

Loading...

I due debutti sia di Audi che di Volkswagen

Da segnalare al riguardo la prima suv elettrica compatta di Audi che è presente al MiMo in piazza Duomo. Le forme sono tipiche del brand dei quattro anelli: la mascherina è uno dei particolari estetici del suv compatto che misura 459 cm in lunghezza, 186 in larghezza e 161 in altezza che va a sistemarsi alla base della gamma delle elettriche della casa. Altro debutto in pubblico è la Vw ID.4 GTX che si distingue per il look sportivo rispetto alle normali ID.4 e per i cerchi di 20 pollici. I motori elettrici che la spingono sono due, uno sincrono a magneti permanenti con una potenza di 204 cv sull'asse posteriore e uno di tipo asincrono sull'anteriore per una potenza totale di 299 cv. I motori sono alimentati dalla batteria di 77 kWh per un'autonomia di 480 km.

Una rassegna degli ultimi lanci di nuove automobili

Proseguendo nel cammino intorno al Duomo si incontrano poi la Cupra Formentor e-Hybrid, la Porsche Taycan Cross Turismo, la Bentley Bentayga V8, la McLaren Artura, la Seat Leon e-Hybrid, la Suzuki Across, le DR 6.0, 5.0 e Evo3, la Renault Arkana, la Hyundai Bayon, la Land Rover Defender 90, la Lexus UX300-e, la Toyota Yaris Cross, la Peugeot 308 Plug-In Hybrid, la Opel Mokka-e, la Jeep Wrangler 4xe, la Fiat 500e 3+1, la DS9 E-Tense, la Citroev e-C4, oltre all'Alfa Romeo Giulia GTAm in edizione limitata, la Maserati Levante Trofeo Fuoriserie e a chiudere l’affascinante supercar Ferrari Portofino M.

MiMo 2021, tutte le auto sulle pedane del salone all'aperto di Milano e Monza

MiMo 2021, tutte le auto sulle pedane del salone all'aperto di Milano e Monza

Photogallery46 foto

Visualizza

Destreggiarsi fra supercar ed elettriche da urlo

Al MiMo si schiera in forze anche la Pagani, con la Huayra R, la Huayra Roadster BC e la Huayra Imola. Nei pressi della cattedrale milanese trovano spazio, in un'area all'insegna della mobilità elettrificata, anche la Hyundai Ioniq 5, il suv Bmw iX, la Kia EV6, la Ford Mustang Mach-e, la Mini elettrica, la Mazda MX-30, la MG Ehs, la Skoda Enyaq iV Sportline, la Cupra Born e la debuttante Audi Q4 e-tron. Dall'area circostante il Duomo si raggiunge un altro angolo riservato alle supersportive: in piazza della Scala ci sono la Maserati MC20, la Pagani Zonda F, la Dallara Stradale Club Italia e la Ferrari Roma.

La chicca della Fiat Nuova 500 in versione 3-1

Al Milano Monza Motor Show è esposta la Fiat Nuova 500 3+1, ossia la versione con l'aggiunta di una porticina posteriore sulla fiancata destra che si apre controvento, dopo aver azionato anche la porta anteriore. Il vantaggio di questa soluzione è un accesso al divano posteriore più comodo e agevole anche quando si devono sistemare dei bambini sul seggiolino o caricare borse. Anche gli interni della Fiat Nuova 500 3+1 sono moderni, funzionali oltre che ben realizzati. Al grande schermo da 10,3 pollici è abbinato il pannello Lcd dove viene proiettata la strumentazione. A questa versione è abbinato un motore elettrico da 118 cv e una batteria da 42 kWh per un’autonomia di 300 km.

Non solo auto, ma anche tanti scooter elettrici

Lungo il percorso che porta a piazza San Babila, invece, si incontrano la Mitsubishi Eclipse Cross Phev, la Toyota Yaris, la Land Rover Discovery Crew Car firmata dall'atelier Garage Italia, la Morgan Plus 4, la Suzuki Misano realizzata in collaborazione con gli studenti dello IED, un'edizione speciale della Swift ispirata alla MotoGP, la Hyundai Tucson ibrida plug-in, la Militem Ferox Adventure e ancora la Bentley Continental GT V8 Mulliner, la McLaren 720S Coupé, le Bmw M3 e M4 Competition la Cadillac XT4, la Chevrolet Corvette C8 Stingray, l'Aston Martin DBX, le Lamborghini Urus e Huracan Evo Spyder. A cui si aggiunge una gamma di modelli a due ruote che spazia dalle versioni touring alle sportive per arrivare, infine, anche agli scooter elettrici, molto gettonati.

Continuando il tour per il centro di Milano

In direzione opposta, lungo la direttrice che attraversando via Mercanti porta al Castello Sforzesco, a farla da padrona c'è la mobilità elettrificata. Con la Volkswagen ID.4 GTX e anche la ID.3, Hyundai Nexo, Ioniq 5, Kona Electric e Tucson Hybrid, MG ZS EV, Audi e-tron S Sportback, Garage Italia Fiat Panda Integral-e, Honda e, Jazz Crosstar Full Hybrid e CR-V, Suzuki Vitara Hybrid e Mole Urbana sono alcune delle auto esposte al fianco di altre proposte su due ruote e quanto a supercar tra cui vanno segnalate la Dallara Stradale, la Bmw M2 CS e la Nissan GT-R 50 realizzata dal centro stile italiano di Italdesign.

Il gruppo Stellantis presente con tutti i suoi brand

Sul ponte levatoio del Castello Sforzesco sono esposti alcuni modelli del gruppo Stellantis: Citroen Ami e C5 Aircross, DS3 Crossback, Fiat 500e, Jeep Wrangler 4xe, Lancia Ypsilon, Opel Mokka-e, Peugeot e 2008. Ciascuna delle auto sulle pedane avrà uno speciale codice QR per fornire informazioni al pubblico visto che quest'anno al MiMo non è previsto del personale sugli stand. In ogni caso per saperne di più sul modello che interessa bisognerà dunque leggere il codice con lo smartphone, accedendo così a tutte le possibili richieste: schede tecniche, immagini, video,link al sito ufficiale, configuratore e i test drive.

Si possono guidare molte elettriche già in vendita

Al MiMo è infatti possibile provare alcune delle auto esposte, previa registrazione sul sito della manifestazione. Il luogo di riferimento è piazza Castello. La lista delle vetture disponibili include le Kia Sorento e Niro Phev, le Mazda MX-30, CX-30, Mazda3 e Mazda2, le Tazzari Zero City e Zero 4 Opensky, la Mitsubishi Eclipse Cross ibrida plug-in, la EVO3 Electric, la MG EHS Plug-In Hybrid, le Volkswagen ID.3 e ID.4, le Hyundai Kona Electric, Tucson Hybrid e Plug-in Hybrid, la Santa Fe ibrida ricaricabile, la BMW iX3, le Mini elettrica e Countryman plug-in, la Jaguar F-Pace Phev, la Land Rover Evoque Phev, le Suzuki Ignis, Swace e Vitara Hybrid, la Across plug-in, le Honda e, Jazz e Jazz Crosstar ibride, la Honda CR-V Full Hybrid, le Renault Captur e-Tech plug-in, Clio e-Tech Hybrid, Zoe e Twingo elettrica. I test, invece, delle moto si svolgeranno solo nell'area di Foro Bonaparte.

L'Aci dedica un monumento ad Alberto Ascari

L'Autodromo di Monza ospita poi la parte dinamica della kermesse dei motori all'aperto con il reveal di un'anteprima, una supercar a uso pista con accelerazione laterale superiore ai 2,7G e un carico aerodinamico di oltre 1100 kg. Sempre nel Tempio della Velocità, la Fondazione Gino Macaluso per l'Auto Storica porta le Lancia Martini da pista della propria collezione. A proposito di eventi a margine del MiMo 2021, l'Automobile Club di Milano rende omaggio ad Alberto Ascari, uno dei più grandi piloti dell'automobilismo sportivo, l'ultimo italiano ad avee vinto il titolo iridato in F.1. Un monumento ad Ascari è stato inaugurato dal sindaco della città e dai rappresenti dell'Automobil Club d’Italia.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti