ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùeffetti del coronavirus

Mister Yu, il re delle mascherine diventa multimiliardario

Il titolare della Dawn Polymer di Shenzhen è il maggior beneficiario del boom delle richieste di dispositivi di protezione facciale. Ma ora ha sempre più concorrenza

di Stefano Carrer

default onloading pic
(Afp)

Il titolare della Dawn Polymer di Shenzhen è il maggior beneficiario del boom delle richieste di dispositivi di protezione facciale. Ma ora ha sempre più concorrenza


2' di lettura

Per centinaia di milioni di imprese in tutto il mondo, l’epidemia da coronavirus pone un problema di sopravvivenza. Ma non manca chi trae enormi vantaggi da una situazione senza precedenti. Uno dei maggiori beneficiari è Yu Xiaoning, titolare della Dawn Polymer quotata a Shenzhen, la cui quota di mercato nei materiali speciali utilizzati nella produzione di mascherine protettive è stimata al 40%.

Boom in Borsa
Il re cinese delle mascherine - ha calcolato il Financial Times - ha visto incrementare il valore della quota di controllo (che condivide con la moglie) di oltre 13,5 miliardi di renmimbi (1,9 miliardi di dollari) nelle sei settimane seguite al 20 gennaio - quando scattò l’allarme generale - a oltre 16.800 miliardi di renmimbi. Il titolo dell’azienda nel periodo si è impennato del 417%, prima di un ridimensionamento sulla scia dei segnali di contenimento dell’epidemia in Cina.

Più concorrenza al ribasso
Mister Yu aveva lanciato la Dawn Polymer nel 2002, dopo una lunga esperienza nel settore dei materiali plastici risalente ai primi anni ’90. Fin dal 2003 - sulla scia della crisi sanitaria determinata dalla Sars - aveva perfezionato la produzione di tessuti in poliestere concentrandosi su un numero limitato di produzioni di maggiore qualità. Già l’anno scorso la sua ricchezza personale era stata stimata da Hurun Report in 3,8 miliardi di renmimbi.

Ora la sua azienda sta ovviamente registrando un aumento della concorrenza in un settore dove la domanda è esplosa. In una recente dichiarazione, Yu ha detto di essere preoccupato non tanto per questa inevitabile dinamica in sé, ma per il rischio che produttori improvvisati abbassino la qualità dei prodotti sul mercato.

Per approfondire:
Il business delle mascherine e i laboratori che fanno i test: molte non a norma
Decreto «Cura Italia»: ecco i chiarimenti ufficiali,anche sulle mascherine
Gioia Tauro, sequestrati 900 falsi kit per diagnosi

Riproduzione riservata ©
Per saperne di più

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...