Il retroscena

Misure economiche e Ue, al Pd oneri e onori della possibile svolta

A Largo del Nazareno soddisfazione per il discorso del premier Conte. I punti del programma del governo coincidono con le proposte del Pd. L’obiettivo a breve termine è di arginare il rischio sovranista per l’Italia, mentre già si lavora a una alleanza più strutturale tra il M5S e il Pd

di Emilia Patta


Governo, Conte: impegno a lessico più consono, non più bellicoso

3' di lettura

Nidi gratis per i redditi bassi e medi; taglio del cuneo fiscale a totale vantaggio dei lavoratori; salario minimo dando valore erga omnes ai contratti nazionali; equo compenso per gli autonomi; green new deal ambientale; legge sulla parità retributiva di genere; autonomia regionale «giusta e cooperativa». Alla fine del discorso di insediamento alla Camera del premier Giuseppe Conte, quando la chiama della fiducia deve ancora cominciare, a Largo del Nazareno si fa l’elenco dei punti del programma del governo rosso-giallo che coincidono con le proposte del Pd. «Nel suo discorso Conte ha accolto e rilanciato tutte le nostre proposte», è il commento soddisfatto del segretario Nicola Zingaretti con i suoi.

GUARDA IL VIDEO - Governo, Conte: impegno a lessico più consono, non più bellicoso

Ripartizione per materie tra democratici e pentastellati
Un programma giallorosso, verrebbe da dire guardando ai temi del fisco, del welfare e dell’economia sostenibile. Se si considera che il Pd ha conquistato l’importantissima casella dell’Economia con Roberto Gualtieri, il programma elencato ieri da Conte conferma in effetti l’impressione di una sorta di ripartizione per materie tra democratici e pentastellati. Il M5s ha mantenuto il presidio sui ministeri più utili per i cavalli di battaglia del movimento delle origini: l’Ambiente con Sergio Costa, lo Sviluppo economico (dove si decide tra l’altro in materia di trivelle) con Stefano Patuanelli, il Lavoro con la madrina del reddito di cittadinanza Nunzia Catalfo. Mentre il Pd si è caricato l’onere e l’onore della politica economica da concordare con Bruxelles: oltre al Mef i democratici presidiano infatti gli Affari europei con Enzo Amendola, ed è un democratico di prestigio e di punta come Paolo Gentiloni a rappresentare l’Italia nella commissione presieduta da Ursula von der Leyen. Addirittura in un «ministero» finora mai concesso al nostro Paese come quello degli Affari economici.

GUARDA IL VIDEO - Conte: introdurremo legge su parità di genere nelle retribuzioni

Col Conte 2 portare l’Italia fuori dal rischio anti-euro
D’altra parte che il Conte 2 sia un governo nato principalmente per «riagganciare» l’Europa e portare l’Italia definitivamente fuori dal rischio sovranista e anti-euro impersonato agli occhi delle cancellerie europee da Matteo Salvini non è un mistero. E ora la sfida del trio Conte-Gualtieri-Gentiloni è tutta nella possibilità che si intravede a Bruxelles di cambiare le regole e rivedere quel patto di stabilità e crescita entrato in discussione con la crisi economico-finanziaria del 2008. Una sfida di cui evidentemente il Pd si è caricato il peso maggiore, con tutti i rischi che questo comporta anche in termini di popolarità.

GUARDA IL VIDEO - Conte contestato alla Camera al grido di “poltrona” e “elezioni”

Si lavora a una alleanza struttura M5S-Pd
Solo se questa sfida sarà vinta, se cioè l’Italia potrà uscire nei prossimi mesi dalla «via stretta» delle regole europee sui conti pubblici degli ultimi anni e rilanciare la crescita, la nuova maggioranza può sperare di relegare Salvini all’opposizione fino a fine legislatura senza subire danni elettorali. E solo se questa sfida sarà vinta la nuova maggioranza potrà lavorare, come vorrebbe lo stesso premier Conte in contrapposizione con il leader politico del M5s Luigi Di Maio e come vuole la dirigenza del Pd, ad un’alleanza più strutturale a livello regionale e nazionale in una sorta di nuovo bipolarismo.
Ancora una volta e mai come questa volta, tutto passa da Bruxelles.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...