Auto, moto e mobilità: novità e scenari

TREND CITTADINI

Mobilità urbana elettrica in formato micro

di Giulia Paganoni


default onloading pic

3' di lettura

Il tempo è oro. La mobilità una necessità. Difficile coniugare questi due aspetti quando si tratta di spostamenti in città, dove il traffico è sempre caotico e per percorrere brevi tratti è necessario un sacco di tempo. Per ovviare questo inconveniente, negli ultimi anni si sta diffondendo quella che viene chiamata “micromobilità”, ovvero mezzi a propulsione elettrica come monopattini, biciclette, hoverboard o microcar. A questa nuova (o riscoperta) mobilità numerosi attori si sono interessati, tra questi anche costruttori automobilistici.

Per il centenario, Citroën ha presentato ben due oggetti di micromobilità, dapprima Ami One, microcar dal design simmetrico con propulsione elettrica e un’autonomia di circa 100 km seguito poi da 19_19 concept, anch’esso a batteria e con un’autonomia di addirittura 800 km nel ciclo Wlpt. Stesso discorso per Seat, che al Mobile World Congress di quest’anno ha presentato Minimo, quadriciclo elettrico con un’autonomia di oltre 100 km. E alla kermesse spagnola dedicata alla telefonia mobile era presente anche eXS Kickscooter di Seat, monopattino elettrico sviluppato in collaborazione con Segway. Ha sospensioni anteriori e posteriori, ruote da 8 pollici e raggiunge una velocità massima di 25 km/h e 25 km di autonomia con batteria standard (arriva a 45km).

Altro quadriciclo che rientra nella micromobilità è il non più recente Twizy di Renault con circa 100 km di autonomia. Attivo in questo ambito è anche il marchio francese del Leone: Peugeot, che ha presentato e-kick, il monopattino elettrico sviluppato in collaborazione con Micro. Tra gli attori più attivi c’è anche Xiomi con un monopattino che ha addirittura il sistema frenante a disco sulla ruota posteriore. La velocità massima è sempre di 25 km orari e l’autonomia raggiunge i 24 km.

Per quanto riguarda le biciclette, invece, in attesa delle novità che arriveranno a Eicma 2019, sono numerose le due ruote a batteria, tra cui l’ultima novità è e64 di Colnago. Una bicicletta da 12 kg, batteria compresa. Questo grazie al telaio e a una forcella in fibra di carbonio monoscocca. Il peso del motore, infine, è di soli 3,7 kg ed è in grado di sviluppare una potenza di 250 watt.

Data la diffusione e l’interesse a questi mezzi, anche la regolamentazione è stata aggiornata: al via la sperimentazione nelle città italiane della cosiddetta micromobilità elettrica. Infatti, il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Danilo Toninelli, ha firmato a giugno il decreto ministeriale che attua la norma della legge di Bilancio 2019 e specifica sia le caratteristiche dei mezzi che delle aree e strade oggetto della sperimentazione.

L’avvio della circolazione è previsto per quest’estate e permetterà la l’uso in città di questi mezzi non previsti dal Codice e dunque fino ad oggi vietati. Si stabilisce che monopattini elettrici, hoverboard, segway e monowheel potranno circolare in ambito urbano, previa delibera comunale, su aree pedonali, percorsi pedonali e ciclabili, piste ciclabili in sede propria e su corsia riservata, zone a 30 Km/h e strade con limite di velocità di 30 km/h. La sperimentazione, che dovrà essere chiesta dalle singole città entro un anno dall’entrata in vigore del regolamento del Mit, potrà durare minimo un anno e massimo due. Si chiarisce che monowheel e hoverboard sono ammessi solo nelle aree pedonali e a velocità inferiori a 6 km/h. Nelle aree pedonali potranno circolare anche i Segway ed i monopattini ma sempre entro i 6 km/h. Segway e monopattini saranno ammessi anche su percorsi pedonali e ciclabili, piste ciclabili in sede propria e zone 30 e strade con limite di velocità di 30 km/h, a velocità non superiore a 20 km/h. Tutti i mezzi devono essere dotati di regolatore di velocità configurabile in funzione dei limiti di velocità previsti.

Stiamo quindi assistendo a un passo importante per la mobilità urbana che porterà (si spera) a spostamenti più rapidi e una riduzione dei congestionamenti del traffico cittadino.

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti