moda

Moda, le aziende di Centergross pronte a conquistare Mosca

Il distretto bolognese della moda ha organizzato la prima sfilata a Collection Premiere Moscow

di Natascia Ronchetti

2' di lettura

Un’esplosione di colori e fiori su tessuti impalpabili come lo chiffon. Abiti dall’indole beat, tra giacche in pelle e minidress. Lino e cotone per una eleganza naturale e raffinata. E ancora denim proposto in varie tonalità, dal classico blu al grigio. Sono le proposte con le quali quattro brand del fast fashion italiano che fanno parte del Centergross, il distretto bolognese della moda, si preparano a conquistare il mercato russo con la prima sfilata a Collection Premiere Moscow, la più importante fiera del settore dell’Est Europa, prevista a Mosca dal 24 al 27 febbraio. Per il polo emiliano la conferma della rilevanza strategica di questo sbocco commerciale. Centergross ha aggregato quattro marchi di punta - Kontatto, Souvenir, Berna e Vicolo - in uno stand istituzionale per la presentazione ai buyer – ne sono attesi oltre 20mila – delle collezioni primavera-estate. Segnando, così, il debutto sulle passerelle moscovite.

Il 25 febbraio, Kontatto, Souvenir e Berna saranno protagonisti del fashion show SS2020 con la formula See now, buy now. Per aprirsi nuovi varchi all’estero: è il caso di Berna. O per r afforzare il presidio di un bacino che insieme alla Germania rappresenta per il Centergross il principale mercato di riferimento all’estero. «Nonostante le sanzioni e la svalutazione del rublo, che ha notevolmente contratto il potere d’acquisto della popolazione, la Russia e più in generale l’Est Europa costituiscono per le nostre imprese uno sbocco fondamentale», dice Pietro Scandellari, presidente di un distretto che raccoglie oltre 600 aziende, per un fatturato complessivo di 5 miliardi all’anno, e che ha un profilo sempre più internazionale. Più del 50% dei buyer che ogni anno varcano i suoi cancelli – una media di diecimila ingressi al giorno – provengono da oltreconfine. Dall’Europa ma anche dall’Asia, dagli Stati Uniti e dal Medio Oriente. «Di fronte alla stagnazione della domanda interna – prosegue Scandellari – l’investimento sull’internazionalizzazione è la principale leva di sviluppo. Non è la prima volta che partecipiamo alla fiera di Mosca ma in questo caso abbiamo scelto di fare massa critica e di promuovere anche la sfilata».

Loading...

Berna, uno dei quattro brand della Successori Bernagozzi, si presenta per la prima volta: «Siamo forti sul mercato italiano ma vogliamo internazionalizzarci: dalla Russia agli Stati Uniti», spiega Roberto Borsari, alla guida dell’azienda. Per Kontatto, invece, si tratta di un ritorno. «È la seconda volta che partecipiamo a questa fiera e torniamo sulla scia del successo ottenuto» precisa Federico Ballandi, amministratore delegato di Kontatto, azienda (25 milioni di fatturato, quattro negozi monomarca) che a Mosca ha appena aperto anche uno show room. «La nostra produzione – prosegue Ballandi - è destinata alle esportazioni per una quota del 35%, assorbita in larga misura dalla domanda che arriva dall’Est Europa».

Alla manifestazione russa, giunta alla 34esima edizione, partecipano circa 1.300 imprese, provenienti da tutta Europa, in particolare da Italia, Spagna, Germania, Francia e Turchia. «Per noi la Russia rappresenta oggi il 15% del fatturato – dice Gianni Santi, tra i fondatori di Souvenir, 20 milioni di ricavi -. Ma ci sono le potenzialità per raddoppiare».

Riproduzione riservata ©

Consigli24: idee per lo shopping

Scopri tutte le offerte

Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link, Il Sole 24 Ore riceve una commissione ma per l’utente non c’è alcuna variazione del prezzo finale e tutti i link all’acquisto sono accuratamente vagliati e rimandano a piattaforme sicure di acquisto online

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti