ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùLavoro

Moda in cerca di 94mila persone entro il 2026

Oggi e domani l’iniziativa Fashion Talent Days presenta oltre 40 figure professionali di cui il tessile-moda-accessorio (Tma) avrà sempre più bisogno nei prossimi anni

di Giulia Crivelli

La mappa interattiva sulla piattaforma Fashion Talent Days

2' di lettura

«La prima cosa da fare è spiegare ai giovani che vogliono entrare nel mondo del lavoro e alle loro famiglie che le fabbriche non sono più, da molto tempo, luoghi poco accoglienti e per definizione faticosi. La seconda cosa è mostrare le cifre, sugli stipendi e sulle concrete opportunità che offre il nostro settore, che ha di fronte a sé, potenzialmente, anni di forte sviluppo, perché il mondo ha desiderio di made in Italy». Ercole Botto Poala, presidente di Confindustria Moda, presenta così i Fashion Talent Days, evento online che si terrà da oggi a giovedì 10 novembre. Durante l’iniziativa verranno illustrate le oltre 40 figure professionali di cui tessile-moda-accessorio (Tma) è in cerca e di cui avrà sempre più bisogno nei prossimi anni.

Dal rapporto 2022 Excelsior-Unioncamere emerge che da qui al 2026 il Tma avrà bisogno di assumere tra 63mila a 94mila persone e la differenza tra i due numeri dipenderà dalla congiuntura economica e da ogni altra incertezza, anche geopolitica. Partner tecnico di Fashion Talent Days è CVing, realtà italiana digitale focalizzata nell’e-recruiting, che ha sviluppato una piattaforma integrata e introdotto lo strumento dei video colloqui on demand. «Fatte le prime due cose dobbiamo però ascoltare i giovani e cercare di capire la loro visione del mondo, che non è quella delle precedenti generazioni, non è la nostra», aggiunge Botto Poala, tenendo il cappello di presidente della federazione delle sette associazioni del Tma, ma mettendosi anche quello di imprenditore, da amministratore delegato di Reda, storico lanificio nato nel 1865 nel biellese.

Loading...

«Come Confindustria Moda dobbiamo far capire alle imprese associate, la maggior parte delle quali sono Pmi, che per attrarre talenti serve una visione diversa, dai benefit alla conciliazione lavoro-vita privata, passando per sostenibilità, inclusività e diversità – conclude Botto Poala –. Da privati, vogliamo fare la nostra parte e investire risorse economiche ed energie. Alla politica chiediamo di avere una visione che sia di medio termine, perché non è più tempo di guardare solo al breve, per nessuno».

Riproduzione riservata ©

Consigli24: idee per lo shopping

Scopri tutte le offerte

Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link, Il Sole 24 Ore riceve una commissione ma per l’utente non c’è alcuna variazione del prezzo finale e tutti i link all’acquisto sono accuratamente vagliati e rimandano a piattaforme sicure di acquisto online

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti