m&a fra campania e puglia

Moda sposa, Maison Signore rileva Le Spose di Sofia: «Così tuteliamo il made in Italy»

di Vera Viola


2' di lettura

Continua la crescita della casertana Maison Signore, anche attraverso acquisizioni. L’ultima operazione riguarda “Le Spose di Sofia”, azienda leccese apprezzata per un prodotto di qualità made in Italy, con una capillare penetrazione nel mercato nazionale.

Le Spose di Sofia (con un fatturato medio di 1 milione) era da tempo in difficoltà a causa di un passaggio generazionale traumatico. Rischiava così la chiusura o, nella migliore delle ipotesi, la vendita a player internazionali del settore, con cui ci sono stati contatti non andati a buon fine. La svolta a dicembre, quando è stata invece acquisita da Maison Signore che l’ha rilevata assicurando continuità di lavoro ai 20 dipendenti diretti e all’indotto.

Abito della collezione PE 2019 di Sofia Haute Couture

Il rilancio
L’azienda, guidata dall'amministratore Gino Signore, si avvia ora a rilanciare la società incorporata, grazie anche a un restyling del brand, che diventa “Sofia Haute Couture”, e della linea, resa più attuale e “fashion oriented”. «Con l'acquisizione della Spose di Sofia - racconta Signore - aggiungiamo un ulteriore tassello alla nostra strategia di crescita per linee interne ed esterne: stiamo sviluppando sempre di più le nostre attività di internazionalizzazione e di crescita all’estero, sempre mantenendo salda la nostra presenza nel mercato domestico. Parallelamente stiamo valutando ulteriori realtà produttive ed ulteriori brand del nostro made in Italy, artigianale e di alta qualità, da acquisire».

In Puglia, nel 2017, Maison Signore ha già rilevato lo storico brand Giovanna Sbiroli, noto nel mondo dell’alta moda sposa, aprendo un’unità produttiva a Putignano, capitale del bridal dove si realizza più del 40% della produzione italiana del settore.
«Con Sofia Haute Couture - dichiara il direttore creativo di Maison Signore, Vittoria Foraboschi - in piena coerenza con lo stile dei brand di Maison Signore, la qualità italiana, fatta di materie prima d’eccellenza ma anche di eleganza e di stile, si propone alla portata di un vasto pubblico».

Abito della collezione PE 2019 di Sofia Haute Couture

Maison Signore, da Caserta al Far East
Impresa nata quaranta anni fa a Caserta e che oggi conta complessivamente 60 dipendenti, dispone di duemila metri quadrati di showroom tra gli atelier di Napoli, Aversa e Caserta. Confeziona quattro collezioni e più di quattrocento modelli diversi di abiti da sposa ogni anno. I suoi abiti sono interamente made in Italy e sono realizzati a mano da sarte e ricamatrici.

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti