Moda24

I conti di Neiman Marcus in calo per il terzo trimestre consecutivo

  • Abbonati
  • Accedi
department store

I conti di Neiman Marcus in calo per il terzo trimestre consecutivo

Ancora un trimestre fosco per Neiman Marcus: il retailer statunitense, controllato da Ares Management e dal Canadian Pension Plan Investment Board, ha registrato infatti un calo del 4,2% delle vendite nel terzo trimestre fiscale 2016, chiuso il 30 aprile. Si tratta di un calo complessivo di quasi dell’81% dei profitti nel giro di tre trimestri. Il secondo trimestre si era chiuso in calo del 2,3%, quello precedente ancora dell’1,8%.

I profitti di Neiman Marcus sono scesi a 3,8 milioni di dollari dai 19,8% di un anno prima, con ricavi scesi del 4,2% a 1,17 miliardi. L’ebitda è sceso a 173,2 milioni dai 202,6 dello stesso periodo dell’anno precedente.

«Il sentimento che sta prevalendo nel retail è che i clienti hanno meno interesse per lo shopping nei negozi fisici, sia nei department stores che in altri canali dello shopping di lusso», ha dichiarato il ceo Karen Katz. Infatti anche i concorrenti di Neiman Marcus, come Saks, hanno registrato una frenata dei conti.

A pesare sulle vendite è stato il calo dello shopping da parte dei turisti internazionali, a causa del dollaro forte, ma anche l’incertezza causata dalla volatilità dei mercati e anche il periodo pre-elettorale negli Stati Uniti, che tradizionalmente frena lo shopping domestico.

Dopo aver annunciato l’intenzione di quotarsi in Borsa l’estate scorsa, l’approdo a Wall Street è stato rimandato al 2016 proprio per le turbolenze sui mercati.

© Riproduzione riservata