Moda24

Dall’elettrostimolazione ai rimedi fai da te: tutti i segreti per…

  • Abbonati
  • Accedi
bellezza

Dall’elettrostimolazione ai rimedi fai da te: tutti i segreti per avere le braccia toniche

La bellissima Marilyn Monroe dedicava dieci minuti al giorno al rafforzamento delle braccia, sollevando dei pesi e facendo dei movimenti rotatori. L'attrice Linda Hamilton per interpretare l'eroina di “Terminator 2” si era sottoposta a un workout estenuante di circa tre ore al giorno sotto la supervisione di un personal trainer. Le braccia sono sempre state al centro dell'attenzione fin da prima che, nel 1922, il catalogo di moda Sears proponesse abiti smanicati. Alle braccia flaccide sono stati dati i nomi più fantasiosi: “chicken wings”, ali di pipistrello, effetto tendina, e se in passato i rimedi per tonificarle erano pochi adesso la moderna medicina estetica ha messo a punto diverse strategie efficaci.

Elettrostimolazione &Elettroporazione
L'elettrostimolazione, ovvero la contrazione passiva dei muscoli, permette di sollecitare tutte le fibre muscolari. «Questa stimolazione assicura benefici superiori a ore di esercizi mirati per le braccia eseguiti in palestra», spiega Dvora Ancona, medico estetico a Milano. «Pere risultati migliori la si può abbinare all'elettroporazione. Una metodica che attraverso dei manipoli permette una veicolazione transdermica, negli strati più profondi della pelle si tutti quei principi attivi indicati per tonificare le braccia e stimolare il turnover cellulare. Dopo alcune sedute, di circa mezz'ora, la cute appare subito più tonica e compatta». (juva.it)

I fili che sollevano
Quando la situazione è particolarmente compromessa e creme& massaggi possono fare poco, bisogna intervenire in modo più incisivo. Una volta l'alternativa era solo l'intervento chirurgico, che però lasciava una cicatrice antiestetica, ora c'è una valida alternativa: i fili riassorbibili. «Questi nuovi fili in polidioxanone, gli Shaping Up, permettono di risollevare la cute rilassata», spiega Luca Paolelli, chirurgo plastico alla Salutati Clinic di Milano. «L'inserimento dei fili non è doloroso, si esegue in ambulatorio, con una leggera anestesia se richiesta, mediante un ago sottile che raggiunge il derma profondo. In questo modo si ottiene un duplice effetto: un'immediata distensione della lassità cutanea e nel lungo periodo una stimolazione di neocollagene che mantiene una rete di sostegno per oltre un anno» (salutaticlinic.it )

Rimedi fai da te
È importante prendersi cura della bellezza delle braccia fin dalla giovane età, cercando di arginare la perdita di tono muscolare. Oltre a degli esercizi fisici mirati per questa zona del corpo, ci sono anche dei validi trattamenti cosmetici. Utili le creme e gli oli, ricchi di Omega 3 e 6, come olio di argan e di jojoba per un'azione idratante, mentre le vitamine E ed F rendono la pelle più elastica. Giovano anche concentrati a base di caffeina e guaranà per dare una salutare sferzata alla circolazione. A questo scopo, un device efficace è Cellu-Cup, una ventosa anticellulite che stimola l'ossigenazione dei tessuti. Infine si può sempre ricorrere al “camouflage”, ciprie invisibili e trasparenti che si adattano a qualunque tonalità di pelle, correggendo i difetti come i “buchetti” e le smagliature.

© Riproduzione riservata