Moda24

Chong (Amouage): «I miei profumi sono il racconto di…

  • Abbonati
  • Accedi
fragranze artistiche

Chong (Amouage): «I miei profumi sono il racconto di emozioni»

Mr. Christopher Chong al lancio delle fragranze Figment
Mr. Christopher Chong al lancio delle fragranze Figment

Personaggio totalmente fuori dagli schemi, personalità incredibilmente ricca di sfaccettature, Christopher Chong è l'anima creativa di Amouage. Tra parentesi, per chi non conoscesse il marchio, si tratta di profumi di nicchia, artistici, molto esclusivi, creati in origine per il Sultano di Oman e diventati poi oggetto del desiderio a livello internazionale.

Ma torniamo a lui, Christopher Chong, che dopo studi letterari, accompagnati dalla passione per la lirica, approda in Amouage una decina di anni fa, senza aver mai avuto contatti col mondo della profumeria e tantomeno una formazione specifica. Ma le sue prime creazioni, la fragranza femminile Jubilation 25 e la corrispondente maschile Jubilation XXV, sono un successo straordinario, a conferma dell'intuizione geniale di chi aveva scelto proprio lui per creare qualcosa di inusuale e diverso.

Abbiamo incontrato Mr. Chong in occasione del lancio in Italia delle due nuove creazioni, Figment per uomo e per donna: un sorriso aperto, una grande ironia e quel guizzo folle che è tanto affascinante quanto raro.

«Mi è difficile usare le parole per descrivere un profumo - racconta Chong -, ma posso dirvi che tutto ha inizio nella mia mente, perciò per farvi entrare nello spirito di Figment preferisco mostrarvi un video». Un filmato dall'atmosfera onirica, in cui si vola sopra a colline verdi, attraverso le nuvole, per poi trovarsi di fronte a una danza ipnotica. Non dimentichiamo che “Figment” significa invenzione, idea che esiste solo a livello immaginario. L'unica realtà è il Bhutan, terra che da sempre esercita su Chong un fascino irresistibile, che è il paesaggio del “sogno” e l'ispirazione per Figment.

«Per il profumo femminile, ho voluto riprodurre l'idea della seta come se fosse un ologramma olfattivo. Ho usato una tuberosa molto ricca, cremosa, assieme a un accordo iniziale verde - racconta Chong -. Lo vorrei dedicare a una donna imprevedibile, misteriosa, ma alla fine raggiungibile. Per il maschile, ho pensato a qualcosa di molto diverso: volevo racchiudere lo spirito del viaggio in una fragranza. Infatti ho avuto qualche difficoltà: non è stato semplice creare qualcosa di limpido ma forte, sereno ma inebriante, fresco ma opulento e con un'ottima longevità».

In effetti, una delle caratteristiche di Amouage è proprio la longevità delle sue fragranze, assieme all'opulenza, senza dimenticare la creatività e l'ispirazione artistica, per dare vita a qualcosa di nuovo, inaspettato e totalmente originale, che seduce e conquista.

Tant'è che Amouage, guidata dal ceo David Crickmore, ha recentemente esteso le sue collezioni ai prodotti delle linee Bath, Home e Leather Goods, che riflettono l'innovazione, l'attenzione al dettaglio e al lusso proprie del brand. In particolare, la linea Leather Goods comprende numerosi oggetti di design, dai portafogli alle borse da viaggio, prodotti di lusso realizzati a mano a Firenze.
Amouage sta gradualmente implementando il numero di shop monomarca in città strategiche intorno al mondo: finora sono stati aperti 19 flagship store in paesi come Italia, Regno Unito, Malesia, Oman, Emirati Arabi Uniti, Quatar, Kuwait, Arabia Saudita e Bahrain. Ha, inoltre, ampliato il suo network di distribuzione nei punti vendita e, attualmente, è venduto in 66 Paesi, inclusa la recente aggiunta del Sud America.

È distribuito in negozi come Harrods, Fortnum & Mason e Selfridges a Londra, Saks a Città del Messico, Lane Crawford ad Hong Kong, Siam Paragon in Thailandia, Bloomingdales e Harvey Nichols a Dubai, Tangs a Singapore, David Jones in Australia, KadeWe a Berlino, Gumm e Tsum a Mosca, Bon Genie a Ginevra e Bergdorf Goodman a New York. In Italia è distribuito da Finmark.

© Riproduzione riservata