Moda24

Il must dell’estate? La T-shirt che purifica l’aria

  • Abbonati
  • Accedi
start-up

Il must dell’estate? La T-shirt che purifica l’aria

Per prendere posizione contro l’inquinamento, le T-shirt con messaggi stampati (come “Save the Planet”, “Don’t pollute” eccetera) hanno fatto il loro tempo. Oggi, grazie a una start-up italiana, le magliette possono diventare esse stesse dei filtri per l’aria che respiriamo. Il progetto RepAir, appena lanciato dalla startup di intimo per uomo Kloters, segna un’evoluzione nella sostenibilità, poichè non si tratta solo di un capo prodotto con attenzione e cura all’ambiente, ma che partecipa attivamente alla sua tutela.

RepAir è una T-shirt in cotone bio che, grazie alla tecnologia “the Breath”, sviluppata e brevettata dalla società pavese Anemotech, riesce ad assorbire le emissioni inquinanti di due automobili. Il segreto è nascosto in una tasca posta sulla sinistra della maglia, dove gli strati di the Breath, fatti di fibre assorbenti e arricchite da nanomolecole, in tessuto idrorepellente e con proprietà battericide, antimuffa e anti-odore, sono in grado di assorbire, separare, trattenere e disgregare le micro particelle inquinanti presenti nell’atmosfera, come ossidi di azoto, ossidi di zolfo e composti organici volatili. Peraltro, la tecnologia è ancor più “green” perchè non necessita di essere alimentata da fonti energetiche, ma lavora sfruttando la naturale circolazione dell’aria.

I test che hanno confermato le capacità anti inquinamento delle T-shirt RepAir sono stati condotti dall’Università Politecnica delle Marche, che ha sperimentato l’efficacia di the Breath impiegandolo nell’arredamento di interni e per banner pubblicitari esterni, per esempio allo Stadio Meazza di Milano e, sempre a Milano, durante Expo2015.

Anche i look “timeless” delle T-shirt, disponibili in bianco e nero, alzano il livello di sostenibilità del progetto, creazioni che possono essere indossate per lungo tempo anche da chi ama seguire i trend delle diverse stagioni.

Una filosofia coerente con il resto della produzione di Kloters, azienda nata tre anni fa con l’obiettivo di “far stare bene” i clienti puntando sui concetti di comfort, stile e sostenibilità tradotti in capi di cotone di alta qualità, quasi dei pezzi unici, e made in Italy al 1o0%. È stato Federico Suria a lanciare il brand, al quale poi si sono uniti Marco Lo Greco (brand e marketing manager) e Silvio Perucca (product and sales manager).

Oggi i prodotti Kloters sono distribuiti in 17 Paesi, tramite oltre 110 luxury multibrand, fra cui Giappone, Corea, Cina, Germania, Francia, Regno Unito. Oltre all’e-commerce, due anni fa è stato inaugurato anche il primo monomarca, a Torino, al quale la scorsa estate si è aggiunto lo store di Alassio.

RepAir sarà disponibile nei negozi e sul sito www.kloters.com a partire da giugno, ma già da maggio sarà lanciata una campagna crowdfunding su Kickstarter, dove sarà possibile acquistare il prodotto in anteprima a un prezzo di lancio.

© Riproduzione riservata