Moda24

Il messaggio in una spilla: la scelta di tre gioielli rivela…

  • Abbonati
  • Accedi
diplomazia preziosa

Il messaggio in una spilla: la scelta di tre gioielli rivela l’elegante presa di distanza di Elisabetta II da Trump

(Afp)
(Afp)

“Read my Pins” è il titolo di un libro del 2009 che raccontava (anche) la passione dell’allora segretario di stato americano, Madeleine Albright, di inviare messaggi politici attraverso le sue spille. Dopo che Saddam Hussein l’aveva definita “un serpente”, per esempio, la Albright aveva iniziato, con sottile ironia, a fissare sul bavero dei suoi blazer una spilla d’oro a forma del rettile ogni volta che aveva in agenda un incontro o un evento sulla questione irachena.

Adesso che alla Casa Bianca c’è Donald Trump, un’altra protagonista della politica globale sembra aver scelto la stessa “diplomazia delle spille”: la regina Elisabetta II. A sollevare la questione è stato un tweet di @SamuraiKnitter, presto rimbalzato nel social, diventato un hashtag (#broochwarfare) e poi news: il suo occhio attento, infatti, non si è lasciato sfuggire la scelta delle spille indossate dalla sovrana nei giorni della visita di stato di Trump nel Regno Unito. Spille che avrebbero comunicato con eleganza ma chiarezza una decisa presa di distanza da TheDonald.

La regina con Donald Trump. Indossa la “Palm Leaf” come nel giorno dei funerali di suo padre, Giorgio VI.

Questi i fatti: il primo giorno, nota il tweet, la regina ha indossato una spilla che le avevamo regalato gli Obama nel 2011, una creazione americana degli anni Cinquanta comprata per lei in un negozio di Washington. E gli Obama non sono esattamente i migliori amici di Trump. Il giorno dopo, una spilla che le ha donato il Canada, Paese del Commonwealth con cui il presidente statunitense è spesso in aperto contrasto. Peraltro, la forma della spilla è quella di un fiocco di neve, “snowflake” in inglese, il termine che i fan di Trump usano per definire i suoi critici. Infine, per accogliere i Trump a Windsor, la regina ha appuntato sul tailleur azzurro cielo la spilla “Palm Leaf” di Cartier che aveva indossato per una mesta occasione: il funerale del padre, Giorgio VI, nel 1952.

Solo un caso? Vedremo se ci saranno smentite di Buckingham Palace. Ma certamente è ben nota la predilezione della sovrana a scegliere spille che abbiano un preciso significato, almeno per le occasioni più importanti: per il matrimonio di William e Kate nel 2011, per esempio, indossò la spilla “True Lover Knot”, a firma di nodo, segno di legame eterno. Per le nozze del nipote Harry con Meghan Markle lo scorso maggio, invece, ha scelto la Richmond Brooch, un altro gioiello che esprime l’amore, dal momento che fu un dono della città di Richmond per il fidanzamento della futura regina Mary con Giorgio V nel 1893. Mai sottovalutare il potere delle signore che amano le spille.

© Riproduzione riservata