Moda24

Abbronzatura, i trucchi per farla durare di più al ritorno in…

  • Abbonati
  • Accedi
skincare

Abbronzatura, i trucchi per farla durare di più al ritorno in città

Siamo onesti, ritornare abbronzati in città è un altro beneficio delle vacanze. L'abbronzatura permette di prolungare quello spirito vacanziero e di renderci meno amaro il ritorno alla solita routine. Ma per mantenerla, bisogna seguire una beauty routine precisa durante il periodo di esposizione solare. «Oltre ai classici solari con spf elevato, si possono abbinare dei prodotti specifici studiati per attivare la produzione di melanina», dice Mariuccia Bucci, dermatologo plastico a Sesto San Giovanni. «L'intensificatore è perfetto per chi ha la carnagione olivastra, però va usato con cautela da chi ha la pelle molto chiara, per loro è preferibile applicare alla sera uno spray a base di thalitan, un estratto di alga marina che aiuta a stimolare la pigmentazione e al tempo stesso svolge un'azione antiossidante».

La detersione corretta
Il trattamento chiave quando si torna dalla spiaggia è la doccia. Va precisato che non è la doccia a lavare via l'abbronzatura, meglio tiepida in quanto l'acqua calda rimuove lo strato corneo superficiale, ma i colpevoli sono i detergenti troppo aggressivi, ricchi di tensioattivi che fanno molta schiuma. Bisogna, invece, usare dei bagnodoccia “dolci” che non aggrediscono il film idrolipidico e contrastano la desquamazione della pelle. In commercio la scelta è ampia si va dalle basi lavanti senza sapone ai detergenti ricchi di olii e creme idratanti. «Uno step importante è lo scrub da fare almeno una volta alla settimana, se si ha una pelle sensibile, tre per una cute più spessa e ruvida – continua la dermatologa -. In questo modo si eliminano le cellule morte e si ridona morbidezza alla pelle inaridita da sole e salsedine».

Mai senza doposole
Rinfresca e decongestiona, allevia i rossori e prolunga il colorito, il doposole però va usato con costanza e non va sostituito con le creme idratanti perché hanno degli attivi studiati per aiutare la pelle provata dal sole. «Perfette le creme che contengono attivi come: camomilla, aloe, bisabololo, olio di jojoba, argan, la scelta è veramente ampia, sia per la profumazione, sia per quelli che contengono booster della melanina – precisa Bucci -. Quello che non deve mancare nelle formule sono gli attivi dall'azione lenitiva e decongestionante. La pelle del viso merita una cura particolare, è sempre meglio scegliere un doposole mirato dalla consistenza più leggera da abbinare a una crema idratante per contrastare le rughe, da applicare alcune ore dopo».

I prodotti giusti
Il brand Bilboa propone ben quattro varianti di docciaschiuma, nella versione Doccia Oil con Betacarotene, Crema con Latte di Cocco, Doccia Gel con Arancia Amara e Doccia Shampoo con Cristalli di Mentolo, per soddisfare ogni esigenza. La novità è il DopoBronze Idratante USE&GO, ricco di Aloe Vera che si assorbe in un minuto. Per intensificare l'abbronzatura Lancaster ha formulato la tecnologia TAN MAXIMIZER, presente in 4 prodotti doposole, che prolunga il tanning, calma la pelle, idrata e protegge il DNA cellulare cutaneo.

Contrasta, invece, le rughe, oltre a riparare l'epidermide e alleviare la sensazione di bruciore sulla pelle del viso, Sunleÿa Soin Après-Soleil Anti-Age di Sisley; mentre la maison Eisenberg per il corpo propone Sublime Tan Soin Après-Soelil Anti Age Corps ricco di acido ialuronico per dare maggiore tonicità. Per un sollievo immediato è sufficiente applicare la Mousse Dopo Sole Idratante di Collistar, ricca di acido ialuronico, burro di karitè e Vitamina E. Un'azione ancora più rinfrescante? Si può conservare il doposole in frigorifero, perfetto Aloe Freeze Spray Gel di Australian Gold che assicura un effetto glaciale oltre che lenitivo.

© Riproduzione riservata