Moda24

Versace, Donatella e il ceo restano in azienda: nuovo nome…

  • Abbonati
  • Accedi
il futuro della medusa

Versace, Donatella e il ceo restano in azienda: nuovo nome “italiano” per la holding di Michael Kors

L’acquisizione di Versace da parte di Michael Kors Holdings Limited è stata confermata: il gruppo statunitense ha annunciato di aver siglato con l’azienda milanese un accordo definitivo per rilevare tutte le azioni rimaste della maison di alta moda Gianni Versace S.p.A. per un valore aziendale complessivo di 1,83 miliardi di euro (circa 2,12 miliardi di dollari).

Il gruppo di Kors cambierà anche nome: diventerà Capri Holdings Limited, evidenziando l’importanza dell’italianità nella sua composizione. Sparisce così il nome dello stilista newyorchese. La famiglia Versace avrà un quota della nuova holding, segno di continuità con il passato della sua azienda. Anche il ceo Jonathan Akeroyd, arrivato da Alexander McQueen nel 2016, manterrà il suo ruolo.

L’obiettivo: portare il fatturato oltre i due miliardi
Siamo convinti che il fatturato di Versace aumenterà fino a superare i 2 miliardi di dollari», ha commentato John D. Idol, presidente e ad di Michael Kors Holdings Limited, che ha aggiunto: «L’acquisizione di Versace è un importante traguardo per il nostro gruppo.

Da oltre 40 anni, la maison Versace, fondata da Gianni, Santo e Donatella nel 1978, rappresenta il simbolo del fashion luxury italiano, testimonianza della tradizione intramontabile del brand. Siamo entusiasti di accogliere Versace nella nostra famiglia di luxury brand, e ci impegniamo a investire nella crescita della maison. Crediamo che la forza dei marchi Michael Kors e Jimmy Choo, e l'acquisizione di Versace, ci daranno molti anni di crescita dei ricavi e degli utili».

Donatella Versace resta alla guida creativa
Donatella Versace continuerà a guidare la parte creativa del marchio: «Lo stile iconico di Donatella è al centro dell'estetica stilistica di Versace - ha spiegato Idol -. Sono entusiasta di avere l'opportunità di lavorare con lei al prossimo capitolo della crescita di Versace», ha aggiunto.

«È un momento molto entusiasmante per Versace - ha affermato Donatella Versace -. Sono passati più di 20 anni da quando ho preso in mano le redini dell'azienda assieme a mio fratello Santo e a mia figlia Allegra. Sono orgogliosa del fatto che Versace rimanga un'azienda molto solida sia nella moda che nella cultura moderna. Versace non è soltanto sinonimo di uno stile iconico e inconfondibile, ma anche di spirito inclusivo, che abbraccia la diversità, oltre a rendere possibile alle persone una maggiore libertà di espressione.

Santo, Allegra ed io riconosciamo che la prossima fase consentirà a Versace di raggiungere il suo pieno potenziale. Siamo tutti molto entusiasti di entrare a far parte di un gruppo diretto da John Idol, che ho sempre ammirato come un visionario oltre che un leader forte e appassionato. La mia famiglia crede che far parte di questo gruppo sia essenziale per il successo a lungo termine di Versace. La mia passione non è mai stata così forte come adesso. È il momento perfetto per la nostra azienda, che mette la creatività e l'innovazione al centro di tutto ciò che fa, per crescere».

«Jonathan e Donatella hanno formato un solido team di dirigenti senior e di stilisti che continuerà a guidare Versace nella sua prossima fase - spiega ancora Idol -. Siamo molto fortunati di riuscire ad acquisire un marchio leggendario con un team di straordinario talento». (Ch.B.)


© Riproduzione riservata