Moda24

Bellezza mediorientale, influencer e social media guidano i consumi

  • Abbonati
  • Accedi
trend

Bellezza mediorientale, influencer e social media guidano i consumi

«Ghawali» è un termine arabo che descrive qualcosa di molto raro, prezioso e costoso, come le antiche ed esclusive essenze che i mercanti portavano dai loro viaggi ai nobili. Ed è anche il nome di un marchio di fragranze e prodotti per il corpo e di un’insegna di boutique diffuse tra Emirati Arabi, Bahrain e Arabia Saudita frequentate da una clientela tra i 24 e i 45 anni di età - a cui offre esperienze personalizzate i negozio - che cerca profumi lussuosi e moderni, ma radicati nella tradizione e che acquista anche online, tanto è vero che da inizio anno il marchio ha aperto il suo e-commerce.

L’emblema dei consumatori di cosmetica del Medio Oriente, un’area dove - secondo un report realizzato da TechSci Research per la fiera di settore Beautyworld Middle East - il mercato della bellezza femminile vale (assieme all’Africa) circa 16,4 miliardi di dollari che, entro il 2022, dovrebbero arrivare a 25,1 miliardi con un tasso di crescita medio annuo del 7,6%. In particolare, i Paesi del Golfo dovrebbero raggiungere 12,8 miliardi dai 6,9 miliardi attuali con un tasso di incremento annuo dell’11,1%. A trainare la crescita, Arabia Saudita con 4,9 miliardi e un rialzo record del 71% ed Emirati Arabi con oltre 1 miliardo in aumento del 14,8%. Tra i prodotti più amati, i profumi (36%), i trucchi (27%) e lo skincare (18%).

I motivi della crescita del mercato? La modernizzazione della popolazione femminile che sempre più lavora e, quindi, ha una maggiore capacità di spesa, ma anche al potere dei social media e delle digitalizzazione. A confermarlo è anche il gruppo Chalhoub che nel suo ultimo White Paper rileva che le appassionate del mondo del beauty nel Golfo sono giovani, sempre connesse e attente alle opinioni delle influencer che seguono sui social media. Cinque anni fa il 79% dei consumatori riteneva gli amici consiglieri principali per l’acquisto di un bene di lusso. Adesso il 90% si informa online prima di comprare. Ancora, il 61% delle persone tra i 18 e i 26 anni e il 56% di quelle tra i 27 e i 34 dichiarano di seguire almeno un influencer tanto che queste figure, nel settore della cosmetica, hanno visto il proprio potere crescere al punto da condizionare il mercato, dettare o distruggere trend, fino a creare linee cosmetiche proprie. L’esempio più eclatante? Huda Kattan: la beauty blogger più ricca del mondo con un patrimonio di 550 milioni di dollari. Cresciuta in America, ma di origini irachene, attualmente vive a Dubai. Con oltre 28 milioni di follower su Instagram, insieme alle sorella ha fondato l'azienda di cosmetici Huda Beauty. È entrata nella classifica delle donne più ricche d’America del Forbes.

© Riproduzione riservata