Moda24

Burberry, il duo italiano Tisci-Gobbetti firma la crescita: utili…

  • Abbonati
  • Accedi
aziende

Burberry, il duo italiano Tisci-Gobbetti firma la crescita: utili a +36% nel primo semestre

(Afp)
(Afp)

Riccardo Tisci ha fatto il miracolo: nel giro di pochi mesi lo stilista italiano ha fatto lievitare vendite e profitti di Burberry. I risultati semestrali del gruppo, resi noti l’8 novembre, mostrano un aumento dei ricavi del 3% a 1,26 miliardi di sterline e un incremento degli utili del 36% a 173 milioni di sterline (quasi 200 milioni di euro). L’outlook per l'anno è stato confermato.

«Siamo entusiasti dai primi risultati mentre iniziano a trasformare e riposizionare Burberry – ha dichiarato il ceo Marco Gobbetti –. Il responso iniziale alla nuova visione creativa e a Kingdom, la prima collezione di Riccardo, da parte degli influencer, della stampa, dei buyer e dei clienti è stata eccezionale. E siamo solo nella prima fase di un progetto che durerà diversi anni».


La prima collezione di Tisci, chiamato da Gobbetti per rilanciare il brand britannico dopo l'uscita di scena di Christopher Bailey, sta andando a ruba ancora prima del suo arrivo nei negozi in febbraio. Secondo Julie Brown, chief financial officer di Burberry, la collezione “Kingdom” ha fatto raddoppiare le ordinazioni all'ingrosso in Europa, Medio Oriente e Africa e l'impatto positivo della domanda sugli utili si vedrà l'anno prossimo.

Tisci, ex direttore creativo di Givenchy, ha ridisegnato il logo Burberry, ha dato una svolta ambientalista al brand mettendo al bando la pelliccia e ha presentato la sua prima collezione a London Fashion Week in settembre, generando un forte interesse su Instagram, WeChat e il sito cinese Weibo. I pochi prodotti che ha lanciato in edizioni limitate per testare il mercato sono andati esauriti nel giro di poche ore.

Burberry punta sulla fascia alta del segmento lusso e in particolare vuole aumentare le vendite in Cina come hanno fatto con successo i gruppi rivali Lvmh e Kering. La strategia si basa meno sui negozi tradizionali e si affida di più su quello che il gruppo ha definito “social selling”, le vendite tramite social media.

In febbraio l'intera collezione primavera/estate arriverà nei negozi, e a partire da maggio tutti i prodotti in vendita saranno firmati da Tisci e quindi parte del nuovo corso Burberry. Ieri il brand britannico ha dato qualche anticipazione sulla collaborazione tra Tisci e la sua “eroina punk”, la stilista inglese Vivienne Westwood, che verrà presentata nei negozi il 6 dicembre.

I risultati positivi hanno fatto salire il titolo Burberry del 2,4% alla Borsa di Londra oggi. Il valore del titolo è quasi raddoppiato dal luglio 2016, segnale della fiducia degli investitori nella nomina di Gobbetti come amministratore delegato.

© Riproduzione riservata