Moda24

Le nuove fragranze gourmand tra frolle, meringhe e liquori con un tocco…

  • Abbonati
  • Accedi
profumi

Le nuove fragranze gourmand tra frolle, meringhe e liquori con un tocco piccante

Lattedoro di Gabriella Chieffo
Lattedoro di Gabriella Chieffo

Una volta, a dire il vero fino a non molto tempo fa, sembrava di essere appena usciti da una pasticceria, mentre in realtà avevi semplicemente usato uno di quei profumi così dolci e zuccherosi da farti rischiare un coma glicemico.

Oggi è molto diverso, il concetto di gourmand ha avuto un'evoluzione importante il cui risultato è decisamente interessante, come sottolinea Simona Savelli, direttore di Extrait, magazine online dedicato alla profumeria di nicchia: «I gourmand contemporanei, soprattutto in ambito artistico, non conoscono l'età dell'innocenza; sono decisamente più intriganti e raffinati, oserei dire vietati ai minori, amano evocare i piaceri più ricercati, quelli che creano dipendenza, come i liquori ambrati, il cioccolato fondente, la voluta mielata del tabacco... Inoltre, rispetto ai loro antesignani puntano maggiormente su concetti quali la voluttà e il peccato e lo fanno con note che nulla hanno a che vedere con l'universo gourmand. Infatti, se scomponiamo alcune piramidi olfattive, scopriamo che non ci sono note di cibi o bevande, ma il risultato è creato dall'alchimia di elementi presi in prestito da altri ambiti, che creano un effetto complessivamente gourmand».

Tra l'altro, insieme ad Accademia Del Profumo, per completezza d'informazione, ricordiamo che «la parola gourmand è entrata nel linguaggio descrittivo dei profumi con Angel di Thierry Mugler nel 1992. Mugler desiderava ritrovare i sapori dell'infanzia e creò quindi una fragranza dei ricordi zuccherati e sensuali. Conquistò così una larga parte di pubblico lanciò la moda del profumo gourmand».

Da allora, non soltanto ne è passato di tempo, ma i gusti del pubblico – quello che non cerca i picchi glicemici, ma qualcosa di olfattivamente più adulto – hanno avuto un'evoluzione e trovano riscontri in composizioni complesse, se non spiazzanti, come Hysteric di Laurent Mazzone, che rappresenta alla perfezione tutto ciò che abbiamo detto, perché ti fa immaginare di essere in un Club in compagnia di whiskey, cioccolato fondente, caffè. C'è anche una leggera nota di tiramisù, ma nulla di zuccheroso.

Esattamente come Cacao Aztèque di Perris Monte Carlo, interpretazione di quella che era la ricetta della bevanda azteca: cardamomo, pepe, semi di cacao, rum. Molte spezie, ammorbidite da orchidea e tuberosa, rinforzate da un accordo di sandalo, pelle e musk.

Spezie e cacao che troviamo anche in New Bond St. di Bond No 9 in dolce compagnia di vaniglia, caffè e un'insolita ma azzeccatissima castagna a stemperare l'amaro. Caffè che diventa co-protagonista in Café Tuberosa di Atelier Cologne, che parte agrumato e verde per poi arrotondarsi e sbocciare con rose e, appunto, tuberose. Il fondo è dolceamaro, conteso tra cacao e vaniglia.

Non ci sono dubbi invece per due femminili, Deco' di Braccialini e Far Away Rebel di Avon: accomunati da note liquorose dolci ingentilite da fiori bianchi, rappresentano l'evoluzione olfattiva delle fragranze gourmand da donna. Sa di liquore dolce, amaretto per la precisione, anche Blossom Love di Amouage, romantico e floreale ma corposo grazie alla mandorla e alla fava tonka.

Per gli “oud addict” ci sono Oud Orange Intense di Fragrance Du Bois e Oud Gourmand di Officina Delle Essenze. Oud Orange Intense ti regala un esordio fruttato, con un cocco succoso ed esotico, per poi far emergere una vaniglia che si unisce all'oud. In Oud Gourmand ritroviamo il cocco, ma in misura minore, e la vaniglia. Ma c'è un tocco di rosa e, soprattutto, l'intrigante accoppiata pelle + sandalo a rendere il tutto più complesso e interessante.

Ancora più cerebrale tra gli oud, e quasi enigmatico, è Just Before, di The House Of Oud. «Appena prima» che il desiderio sfiori la realtà, il momento prima di un bacio, c'è il fremito, l'immaginazione, la fantasia. Qualcuno ha detto che l'attesa del piacere è, in fondo, anch'essa piacere: come tradurre olfattivamente questo concetto? Semplice: con l'esordio fresco e pungente di agrumi e zafferano, un cuore sensuale di mirra, ylang-ylang e Palo Santo, il legno usato dagli sciamani Inca nei loro rituali religiosi. Il fatto curioso è che sembra di percepire in lontananza un liquore all'anice, ma è tutta un'illusione. Basta poi un fondo di sandalo, ambra, vaniglia e benzoino a completare l'opera – che è firmata Maurizio Cerizza.

Concettuale anche OneMore di Francesca Dell'Oro. «Ne voglio ancora», è il messaggio tra le righe. OneMore è una pozione, la annusi e chiudi gli occhi cercando di capire quali siano gli ingredienti, riconosci gli agrumi, il cacao, qualcosa di dolce ma non troppo, uno zic piccante.

Ora per spingersi oltre e cercare qualcosa ad alta gradazione alcolica, la scelta giusta è Pirates' Grand Reserve di Atkinsons, un rhum molto asciutto, legnoso, con una spolverata di cacao amaro. Non sono da meno il visionario Lost Cherry di Tom Ford e Noir Aphrodisiaque di By Kilian.

Ritroviamo allora la serenità e lasciamoci cullare dal delizioso Cookiecrunch di Coquillete Paris, una frolla che si lascia attendere dopo uno squisito limoncello (c'è il limone di Procida): sulla pelle restano per ore e ore le note di biscotto e meringa, bilanciate dal ricordo degli agrumi. Una curiosità: nonostante il nome, è un'eccellenza totalmente italiana.

Proprio come Lattedoro di Maison Gabriella Chieffo, abbraccio dolce e speziato, con vaniglia, cocco, sandalo e cannella. Più tranquillo e sereno, quasi zen, Biancodolce di Racconti di Nature's affianca alla vaniglia note di arancia amara, magnolia, eliotropio e musk.

Torna Ginger Biscuit di Jo Malone, delizia dolcepiccante che ricorda davvero i biscotti allo zenzero, che profumano di vaniglia e ti sorprendono con il twist speziato di cannella e noce moscata.

Per finire, una chicca per indossare la fragranza preferita: Batuffolo di Boccadamo, il ciondolo che custodisce un piccolo pompon da impregnare a volontà. Nel cofanetto ce ne sono sei, di diversi colori, ognuno per un profumo diverso.

© Riproduzione riservata