Moda24

Per L’Occitane parola d’ordine sostenibilità

  • Abbonati
  • Accedi
ambiente

Per L’Occitane parola d’ordine sostenibilità

Prosegue l'impegno del gruppo L'Occitane per una cosmesi sempre più rispettosa dell'ambiente. Il gruppo leader del mercato della cosmesi naturale, infatti, ha siglato alcune settimane fa un accordo pluriennale di fornitura con Loop Industries per la transizione alla plastica PET sostenibile al 100%.

L'obiettivo è quello di iniziare a incorporare la plastica PET Loop nel packaging a partire dal 2022, consentendole di passare dall'attuale 30% di plastica riciclata al 100% nelle sue bottiglie entro il 2025, posizionando il logo Loop su tutti gli imballaggi contenenti plastica PET Loop.

Si tratta di un accordo strategico che il gruppo L'Occitane, che nel 1976 ha festeggiato i quarant'anni di vita, ha definito una pietra miliare nel percorso effettuato da dieci anni a questa parte, nell'ottica di dare vita ad iniziative di stampo “green”, come i prodotti di eco refill (la società aveva introdotto per la prima volta le eco-ricariche nel 2008 e attualmente propone 15 prodotti di eco-ricarica l'Occitane en Provence. Questi non solo utilizzano fino al 90% in meno di imballaggi rispetto ai contenitori originali, con un risparmio di ben 121 tonnellate nel 2018, ma riducono anche le emissioni di CO2 grazie al trasporto ridotto del prodotto), senza dimenticare il riciclaggio in-store e le bottiglie realizzate al 100% in plastica riciclata.

La sostenibilità ambientale è tra i principali obiettivi del gruppo che è firmatario anche del Global Commitment della New Plastics Economy Foundation di Ellen MacArthur, un'iniziativa che ha avviato azioni e attività con numerose imprese e governi, per lavorare su soluzioni che affrontino i problemi della plastica e dell'inquinamento.

«Aiutare le aziende a sfruttare il packaging come simbolo del loro impegno per la sostenibilità piuttosto che il simbolo dei rifiuti è una delle nostre principali missioni. Siamo così lieti di lavorare con il gruppo L'Occitane, un marchio leader nel settore della vendita al dettaglio, per fare proprio questo - ha dichiarato Daniel Solomita, fondatore e ceo di Loop Industries in una nota - siamo convinti che le aziende che effettuano questa transizione, utilizzano imballaggi sostenibili e incoraggiano il riciclaggio, aiuteranno a ripristinare il nostro ambiente e a creare un maggiore valore economico».

Loop Industries, quotata sull'indice Nasdaq con il simbolo “Loop”, si colloca tra le principali aziende nel settore della plastica riciclabile, grazie ad una tecnologia brevettata di cui è proprietaria con la quale disaccoppia la plastica dai combustibili fossili depolimerizzando i rifiuti di plastica e fibra di poliestere ai suoi blocchi di base (monomeri). I monomeri vengono quindi filtrati, purificati e rigenerati per creare plastica poliestere di qualità vergine, idonea all'impiego in imballaggi alimentari.

Soddisfazione per l'accordo è stata espressa anche da Adrien Geiger, global brand director de l'Occitane en Provence: «Il nostro marchio è ispirato alla natura, alle persone e alla cultura e da oltre 40 anni utilizziamo ingredienti naturali di origine vegetale e produzione eco-compatibile siamo quindi molto consapevoli dell'importanza dell'ecodesign e dell'imballaggio sostenibile. Stiamo lanciando prodotti di eco-ricarica, riciclaggio in-store e bottiglie realizzate al 100% in plastica riciclata per più di 10 anni e stiamo continuando a progredire su questo. La tecnologia innovativa che fornisce Loop è un punto di svolta che può aiutarci a contribuire fondamentalmente a risolvere la crescente preoccupazione globale per l'inquinamento plastico. Siamo entusiasti di firmare con Loop, che rappresenta un cambiamento significativo nel nostro approccio alla plastica».

Di recente, il gruppo L'Occitane, che conta più di 3.000 punti vendita al dettaglio, inclusi 1.555 store ed è presente in 90 paesi, ha ampliato il suo portfolio grazie all'acquisizione di Elemis, brand specializzato nella skincare, fondato in Gran Bretagna nel 1990. L'accordo - definito da Geiger «la più grande acquisizione dopo la quotazione e un importante passo avanti nella costruzione di un gruppo di marchi di bellezza di alta qualità» - è stato siglato per un importo di 900 milioni di dollari e rafforzerà il posizionamento del gruppo e la sua espansione proprio in questo specifico segmento.

© Riproduzione riservata