GRUPPO PSA

Mokka, rivoluzione Opel. Come cambia il suv compatto. Ora è anche elettrico

L'integrazione nel Gruppo PSA di cui fa parte è ormai definitiva. Lo si intuisce col nuovo modello realizzato sulla piattaforma modulare condivisa che consente di offrire per la prima volta una variante a batteria

di Corrado Canali

default onloading pic

L'integrazione nel Gruppo PSA di cui fa parte è ormai definitiva. Lo si intuisce col nuovo modello realizzato sulla piattaforma modulare condivisa che consente di offrire per la prima volta una variante a batteria


3' di lettura

Una Opel così non si era mai vista. Con la nuova Mokka, la Casa tedesca dopo essere entrata a fare parte del Gruppo Psa, dimostra tutto il suo potenziale futuro di un marchio che aveva già cambiato pelle con l'arrivo della nuova Corsa. Ma la Mokka prima della X fa un ulteriore passo avanti non soltanto in termini di proposta visto che abbina ai motori termici a benzina e diesel per la prima volta la versione a batteria, ma cambia passo anche in fatto di stile.

Sarà in vendita soltanto all'inizio del 2021, ma ordinabile dopo l'estate
Ordinabile subito dopo l'estate ma in consegna soltanto all'inizio del 2021 è più compatta della generazione precedente visto che misura 415 cm in lunghezza, 12,5 cm in meno. Simile, invece, la capacità del bagagliaio che di base offrirà 350 litri. Aumenta di appena un cm anche la larghezza: misure che abbinate allo stile che prevede linee molto più tese che fanno sembrare la vettura maggiormente piantata a terra, merito anche di un'inedita mascherina che si sviluppa in orizzontale e integra non solo l logo del brand, ma dei piccoli fari a Led. Grintosa anche la parte dietro con dei fanali tutti a sviluppo orizzontale.

Nuova Opel Mokka, le foto della nuova generazione

Nuova Opel Mokka, le foto della nuova generazione

Photogallery7 foto

Visualizza

L'abitacolo è stato completamente riprogettato in chiave più moderna
All'interno la plancia è inedita. Al centro della proposta lo schermo di 12 pollici della strumentazione principale affiancato da quello a sfioramento di 7 o 10 pollici del sistema multimediale compatibile coi sistemi Apple CarPlay e Android Auto. L'obiettivo è fornire informazioni chiare, cercando però di evitare il più possibile distrazioni a chi guida. E a questo proposito, sono stati conservati soltanto alcuni, ma importanti, comandi fisici sulla consolle, come la rotella del sistema multimediale e le manopole di regolazione della climatizzazione.

Previste numerose dotazioni riservate a vetture di livello superiore
La tradizionale cura proposta da Opel alle sedute si ritrova anche su Mokka, grazie all'offerta di sedili ergonomici, regolabili singolarmente a sei vie. Sono previste anche una variante sportiva d'Alcantara e una classica rivestita di pelle. La Mokka-e a batteria è poi dotata di diverse tecnologie non sempre previste fra i modelli del settore di riferimento come i sedili ventilati e con funzione di massaggio rivestiti in Alcantara, il sistema multimediale connesso alla rete e la guida assistita di livello 2, con la possibilità del mantenimento automatico della corsia e il regolatore di velocità adattativo che prevede fra l'altro sia la funzione di arresto che di ripartenza nel traffico in coda.

La condivisione nell'ambito del Gruppo Psa alla base della nuova Mokka
Realizzata sullo stesso pianale condiviso del Gruppo Psa che ha portato al debutto prima della nuova Peugeot 208, poi della DS3 Crossback oltre alla Citroen C4 in arrivo, la Mokka è più leggera di 120 kg rispetto alla precedente X. Ad alimentare il motore da 136 cv della versione elettrica a cui si riferiscono le prime immagini ci sono delle batterie da 50 kWh, sistemate sotto il pavimento per non sottrarre spazio ai passeggeri e ai loro bagagli che fra l'altro si possono ricaricare da colonnine pubbliche da 100 kW in 30 minuti per l'80%.

I primi numeri dell'elettrica: solo 150 kmh e 330 km di autonomia
Sempre la versione elettrica offrirà una velocità massima limitata a 150 kmh oltre a tre diverse modalità di guida selezionabili dagli appositi tasti sistemati nel tunnel centrale: la Sport, per potersi divertire alla guida, la Normal, per l'utilizzo da tutti i giorni con un'autonomia di 322 km e, infine, la Eco che offrirà un extra di autonomia ancora però da definire. Insieme alla Mokka-e la variante a batteria, saranno naturalmente disponibili anche le versioni con motori più tradizionale come il 3 cilindri di 1.200 cc turbo a benzina e il 4 cilindri 1.500 cc turbodiesel che saranno svelati, però, in una fase successiva.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti