Sport

Monaco, Pellegri: "Sono contento, alla Juve i giovani vanno via in prestito"

a cura di Datasport

2' di lettura

Pietro Pellegri è sicuramente uno dei più grandi talenti del panoroma italiano. Il classe 2001, dopo aver cominciato il suo percorso nelle giovanili del Genoa arrivando fino alla prima squadra, dove ha esordito con gol nella partita dell'addio al calcio di Totti, è stato dei uno protagonisti del mercato invernale. Conteso prima dall'Inter, poi dal Milan e infine dalla Juventus, che era molto vicina alla chiusura della trattativa, i rossoblù hanno accettato la ricca offerta del Monaco, arrivato a pagarlo ben 25 milioni e un milione di ingaggio a salire per il giocatore. Di fronte a queste possibilità economiche sarebbe stato difficile rifiutare, ma Pellegri non sembra aver guardato al portafoglio: "Non abbiamo scelto chi offriva di più ma chi ci garantiva un progetto migliore per la mia crescita e il Monaco era la società giusta. Nel campionato francese i giovani hanno molto più spazio. La Juventus, invece, tende a mandare i giovani in prestito, tipo Mandragora al Crotone o Favilli all'Ascoli".    Secondo Pellegri quindi la Serie A, e in particolare la Juventus, offre poco spazio ai giovani talenti che spesso non vengono valorizzati finendo in panchina. Guardando alle ultime plusvalenze da record del Monaco, l'ex Genoa potrebbe aver fatto veramente la scelta giusta per la sua carriera, anche se la partenza non è stata delle migliori. Infatti il giocatore si è sottoposto negli scorsi giorni a un intervento chirurgico per risolvere alcuni problemi di pubalgia che forse lo terrà fuori fino a fine stagione. Il tempo però non è un problema per il giovane Pellegri che può recuperare con calma prima di iniziare a farsi conoscere sul campo dalla prossima annata. 

Loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti