Moda fur free

Moncler mette al bando le pellicce

La maison non acquisterà più pelliccia vera già da quest’anno. Gli effetti della scelta si vedranno a partire dalla P-E 2024

I punti chiave

  • Moncler non acquisterà più pelliccia vera a partire da quest’anno
  • Il brand si aggiunge a una schiera nutrita di big fur free
  • L’Italia dal 1°gennaio 2022 vieta allevamenti e produzione di pellicce

2' di lettura

Moncler si aggiunge ai brand di moda che non utilizzeranno più pelliccia nelle proprie collezioni. L’annuncio è arrivato in occasione del lancio della nuova - la seconda - collezione Moncler Born To Protect che impiega materiali a basso impatto ambientale (come nylon e poliestere riciclati, cotone biologico, piuma certificata secondo specifici standard di sostenibilità) e riflette l’impegno del brand a proteggere il futuro dell’ambiente.

Nel dettaglio, l’azienda ha comunicato che interromperà l'acquisto di pelliccia già quest’anno e l’ultima collezione con capi con pelliccia sarà quella per l’autunno-inverno 2023. Una decisione, si legge nella nota «coerente con il costruttivo dialogo avviato da tempo con l'associazione animalista italiana LAV come rappresentante della Fur Free Alliance».

Loading...

La scelta di Moncler segue quelle già fatte da moltissimi brand: dal gruppo Kering a Valentino, passando per Chanel, Giorgio Armani (che le ha eliminate già dal 2016), Prada, Micheal Kors, Burberry, Versace. Ed è in linea con la scelta dell’Italia di diventare un paese “fur free” almeno dal punto di vista produttivo: dal 1°gennaio 2022, infatti, l’Italia ha messo al bando gli allevamenti di visoni e la produzione di pellicce. Sulle orme di Israele, il primo Paese al mondo ad aver messo al bando le pellicce.

Diventare fur free è solo una delle mosse di Moncler verso un futuro più sostenibile: gli obiettivi aziendali messi nero su bianco nel Piano di sostenibilità 2020-25 prevedono anche l’utilizzo del 50% di nylon sostenibile nelle collezioni Moncler entro il 2025 ed entro il 2023 il riciclo di oltre l’80% degli scarti produttivi di nylon, l’abolizione della plastica convenzionale monouso, il 100% di energia rinnovabile in tutti i siti aziendali nel mondo, la riduzione, entro il 2030, delle emissioni di CO2 in base a obiettivi science-based. Non meno importante l’impegno a proteggere dal freddo 100.000 persone che si trovano in situazioni di disagio.

Riproduzione riservata ©

Consigli24: idee per lo shopping

Scopri tutte le offerte

Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link, Il Sole 24 Ore riceve una commissione ma per l’utente non c’è alcuna variazione del prezzo finale e tutti i link all’acquisto sono accuratamente vagliati e rimandano a piattaforme sicure di acquisto online

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti