moda in borsa

Moncler si conferma leader nell’indice Dow Jones per la sostenibilità

Per il secondo anno consecutivo l’azienda guidata da Remo Ruffini e quotata a Milano è prima per impegno e risultati raggiunti nel rispetto dell’ambiente, delle persone e di ogni stakeholder

di Redazione Moda

default onloading pic

Per il secondo anno consecutivo l’azienda guidata da Remo Ruffini e quotata a Milano è prima per impegno e risultati raggiunti nel rispetto dell’ambiente, delle persone e di ogni stakeholder


2' di lettura

Per il secondo anno consecutivo Moncler si posiziona al primo posto come Industry Leader del settore Textiles, Apparel Luxury Goods negli indici Dow Jones Sustainability (DJSI) World e Europe. «Un risultato che testimonia come la sostenibilità sia sempre di più un asset strategico per lo sviluppo di Moncler – commenta Remo Ruffini, presidente e amminstratore delegato della società, quotata alla Borsa di Milano –. Un impegno verso tutti gli stakeholder, un dovere morale verso i nostri figli ed il futuro di tutti. In azienda dedichiamo ogni giorno le migliori energie per promuovere un modello di business integrato in cui le persone e l'ambiente siano rappresentati, rispettati e protetti. Solo in questo modo potremo consegnare alle prossime generazioni visioni forti, nuove ispirazioni e rinnovate speranze» (nella foto in alto, due look della collezione Moncler Icons, disponibile da pochi giorni).

La logica dell’indice
Il Dow Jones Sustainability Index è tra i più prestigiosi indici di sostenibilità ed è un autorevole standard di riferimento per gli investitori che includono considerazioni di sostenibilità nel loro processo decisionale di investimento. L'indice ammette solo le società valutate migliori nella gestione del proprio business secondo i criteri di responsabilità economica, sociale e ambientale analizzati da S&P Global, la principale società mondiale di rating, benchmark e analisi, che ha condotto l'assessment.

Loading...

La trasparenza di Moncler
Ogni anno la società rendiconta le proprie performance e i propri obiettivi di sostenibilità nella Dichiarazione consolidata non finanziaria e nel 2020 ha presentato il nuovo Piano strategico di sostenibilità Moncler Born to Protect, che si focalizza su cinque priorità strategiche: cambiamenti climatici, economia circolare, catena di fornitura responsabile, valorizzazione della diversità e supporto alle comunità locali.

Risultati raggiunti ad oggi
• 100% della piuma acquistata tracciata e certificata secondo il Protocollo DIST dal 2015
• Introduzione progressiva di tessuti e accessori a basso impatto (riciclati, bio-based) nelle collezioni
• 90% del packaging di prodotto realizzato con materiali sostenibili
• -30% delle emissioni di CO2 dirette (Scope 1 e 2) negli ultimi tre anni (2017-2019)
• 100% energie rinnovabili in Italia e nel polo produttivo in Romania
• 100% della filiera produttiva del capospalla verificata da un ente terzo su aspetti etico-sociali negli ultimi tre anni (2017-2019)
• 45.000 bambini protetti dal freddo in collaborazione con UNICEF negli ultimi tre anni (2017-2019)

Finanza e sostenibili: le partnership con Intesa Sanpaolo
Anche nell'ambito dei prodotti finanziari, Moncler sta sperimentando e adottando nuovi meccanismi legati a performance di sostenibilità: a luglio 2020, Moncler ha sottoscritto con Intesa Sanpaolo un accordo di finanziamento che prevede la concessione di una linea di credito di tipo sustainability-linked revolving credit facility con un meccanismo premiante legato al raggiungimento di specifici obiettivi di riduzione dell'impatto ambientale. A novembre 2020, sempre con Intesa Sanpaolo, Moncler ha siglato un accordo per le coperture di rischio di cambio che prevede un premio in termini di miglioramento dello strike di hedging sulle valute in base al riconoscimento di elevati standard di sostenibilità da parte di un ente di valutazione esterno ed indipendente.

Cliccare qui per maggiori informazioni sulla sostenibilità di Moncler

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti