Editoria

Mondadori, Antitrust autorizza l’acquisto di De Agostini Scuola

Per l’Agcm il matrimonio si può fare con l’impegno a una separazione societaria fino al 2024: nasce il big player della scolastica

Antitrust, troppe norme e corruzione sono rischi per il recovery plan

2' di lettura

L’Antitrust ha autorizzato Mondadori a rilevare il 100% di De Agostini Scuola. Il provvedimento, si legge in una nota del gruppo di Segrate, prevede l’adozione di misure comportamentali idonee a salvaguardare la concorrenzialità del mercato della scolastica, tra le quali, in particolare, l’impegno a mantenere fino al 31 dicembre 2024 la separazione societaria di De Agostini Scuola. Tali rimedi, condivisi da Mondadori, confermano il razionale dell’acquisizione, il piano di sviluppo del business e il potenziale di creazione di valore originariamente stimato dal gruppo, si legge nella nota.

La soddisfazione di Segrate

«Siamo estremamente soddisfatti di poter procedere con l’acquisizione di De Agostini Scuola, un’operazione coerente con la nostra strategia di focalizzazione sul core business dei libri», ha dichiarato l’amministratore delegato Antonio Porro. «Questo investimento, il più importante compiuto negli ultimi 15 anni, ci consentirà di iniziare un nuovo capitolo nel percorso di crescita del nostro Gruppo e di conseguire una posizione di leadership nel mercato dell’editoria scolastica». L’autorizzazione determina l’avveramento della condizione sospensiva apposta al contratto di compravendita della partecipazione in De Agostini Scuola, che avrà conseguentemente piena esecuzione alla data del closing.

Loading...

Il fatturato «scolastico» dei due gruppi

Il gruppo Mondadori è attivo nell’editoria scolastica, giuridica e, in misura minore, universitaria mediante un catalogo complessivo di circa 30 marchi con le due controllate Mondadori Education e Rizzoli Education che realizzano rispettivamente fatturati di 81,7 e 83,1 milioni. De Agostini Scuola, società del gruppo editoriale De Agostini, è attiva nel settore dell’editoria scolastica attraverso diversi marchi, tra cui Black Cat, Cedam Scuola, De Agostini, Garzanti Linguistica, Garzanti Scuola, Theorema. Per questa società il fatturato si attesta sui 75,7 milioni di euro.

Mondadori, 230 milioni per le acquisizioni

Nel 2020 Mondadori aveva rivelato la sottoscrizione di una linea di finanziamenti con quattro istituti bancari (Intesa Sanpaolo, Unicredit, Bnl-Bnp Paribas e BancoBpm) per circa 450 milioni di euro, «con condizioni economiche migliorative rispetto a quelle applicate al contratto di finanziamento in pool stipulato il 22 dicembre 2017, in termini di minori tassi di interesse e di oneri accessori», aveva comunicato la società. Di questi fondi, 230 milioni sarebbero stati destinati alla crescita per acquisizioni. Risorse che hanno evidentemente a che fare con l’operazione DeA Scuola.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti