Sport

Mondiali di Ciclismo: doppietta azzurra per le donne juniores

a cura di Datasport

1' di lettura

Una gara meravigliosa quella di Elena Pirrone che l'ha portata a vincere un oro meritatissimo, arrivato al termine di una fuga durata più di 30 km. Il secondo oro ai Mondiali di Bergen per la bolzanina dopo  la vittoria nella cronometro di qualche giorno fa. A festeggiare con lei sul podio la compagna Letizia Paternoster, arrivata terza, mentre a piazzarsi tra le azzurre è stata la danese Jorgensen grazie allo sprint finale.   Che Elena Pirrone, 18enne di Bolzano, fosse un astro nascente del ciclismo si sapeva già dopo la vittoria arrivata nella crono di qualche giorno fa. Che a soli 18 anni potesse portarsi a casa due ori, vincendo anche nella corsa in linea juniores, in pochi lo avevano sospettato. Su un percorso di 76,4 km, tutti all’interno di un circuito cittadino e lungo circa 19 km (4 giri totali), è stata lei a dominare riuscendo addirittura a distanziare l’olandese Wieber, campionessa europea in carica. Una fuga iniziata dopo circa 30 km e conclusasi con le braccia al cielo, la gioia e le lacrime per una medaglia sudata e guadagnata. A condurre un'ottima prova è stata anche la compagna di squadra Letizia Paternoster, sempre in testa al gruppetto delle inseguitrici nel tentativo di tenere alto il ritmo e provare anche l'allungo. Nello sprint finale è riuscita ad arrivare al bronzo, completando la doppietta italiana. A rompere l'idillio tra le due ci si è però messa la danese Jorgensen, più rapida della Paternoster a tagliare il traguardo in volata, guadagnandosi così la medaglia d'argento.  

Loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti