ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùcalcio

Mondiali femminili, Italia sconfitta dal Brasile (ma è prima nel girone)

di Gaia Brunelli


Azzurre ko ma agli ottavi. Stasera l'Under21

3' di lettura

Finisce 0-1 la sfida Italia-Brasile ai Mondiali di calcio femminili di Francia. Le azzurre con 6 punti chiudono in testa al girone C e agli ottavi affronteranno una tra Nigeria e Cina, ma soprattutto saranno nella parte di tabellone opposta a quella di Francia e Stati Uniti. Le ragazze della Nazionale giocheranno martedì 25 giugno a Montpellier. Una settimana di riposo per ricaricare le energie. Intanto cresce l’affetto della gente e di un Paese che non vede l’ora di rivivere le notti magiche a tinte azzurre.

GUARDA IL VIDEO. Calcio femminile, Italia battuta dal Brasile ma passa

Il fascino di Italia-Brasile non ha confini e allo stadio gli spettatori erano 21.669. E non è mai una questione di genere, ma di senso di appartenenza. Quel sentimento che le azzurre hanno saputo trasmettere in tutto il Paese. Con le due vittorie su Australia e Giamaica l’Italia si è assicurata già il passaggio agli ottavi di finale. Non solo, le azzurre avevano 2 risultati su 3 a disposizione per passare agli ottavi come prime del girone. Aspetto fondamentale per il proseguimento del percorso Mondiale. In più le ragazze della Nazionale potevano anche permettersi di perdere 1-0 contro il Brasile, purché l’Australia non battesse la Giamaica con 5 o più gol di scarto. Quest’ultima ipotesi è quella che è diventata realtà martedì sera sui due campi del girone C. L’Italia perde quindi, ma resta prima.

Per la terza partita di fila la ct Milena Bertolini cambia la punta centrale. Contro l’Australia ha giocato Ilaria Mauro, contro la Giamaica Daniela Sabatino. Per la sfida al Brasile titolare Valentina Giacinti, miglior marcatrice della Serie A con 21 gol. E la rossonera si dimostra subito determinante: grinta, pressione e sacrificio in fase difensiva. Esattamente quello che le ha chiesto di fare la ct. La partita scorre sul filo dell’equilibrio. L’italia subisce la velocità e la tecnica delle brasiliane nella loro estrosa fase offensiva, ma approfitta anche delle concessioni difensive. Due le occasioni italiane sui piedi di Barbara Bonansea che trova in entrambe le circostanze la pronta risposta del portiere della Seleçao Barbara. Le ragazze verdeoro si rendono pericolose sui calci d’angolo soprattutto con Debinha che fa il movimento sul primo palo e di tacco batte a rete. In porta pero trovano Laura Giuliani, che è strepitosa nella risposta d’istinto che le permette di deviare in angolo. Il primo tempo si chiude sullo 0-0, risultato che alle azzurre andrebbe benissimo.

Nel secondo tempo il Brasile deve spingere di più, perché a loro serve una vittoria. Questo ovviamente permette alle azzurre di trovare varchi in ripartenza. Ma il primo brivido riguarda proprio l’area di rigore azzurra con la traversa colpita da Andressinha su calcio di punizione. E poi di nuovo con il colpo di esterno di Beatriz servita da Ludmila. La pressione verdeoro è continua e il gol del vantaggio arriva: fallo in area di Elena Linari (unica giocatrice italiana che gioca all’estero) su Debinha. Dal dischetto Marta non sbaglia. Per lei è il 17esimo gol ai Mondiali. Supera anche Miroslav Klose che resta a 16. Nel finale ci prova ancora il Brasile perché il 2-0 manderebbe la Seleçao al primo posto. Ma l’Italia si chiude bene e porta a casa una sconfitta che ci fa sorridere. Anche perché l’Australia non va oltre il 4-1 contro la Giamaica. Ora c’è il tempo di ritrovare le energie e la lucidità per la prossima sfida e bosta la determinazione delle azzurre finora, c’è da scommettere che punteranno a un risultato storico: superare anche gli ottavi.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...