i lavori

Mondiali di sci, Cortina laboratorio di smart mobility

di Nicola Brillo

default onloading pic


2' di lettura

Un progetto progetto sportivo che è un investimento per il rilancio sostenibile dell’intera montagna veneta. Sul territorio Ampezzano sono arrivati quasi 100 milioni, di cui 40 di finanziamento statale.
Cantiere Cortina, che negli ultimi anni è stata al centro di numerosi interventi sulle infrastrutture viarie per accogliere i Mondiali di sci Cortina 2021 e in vista dell’appuntamento più importante, tra cinque anni, le Olimpiadi invernali 2026.I mondiali di sci sono in corso (fino al 21 febbraio) e gli interventi sono serviti a mitigare il problema dei collegamenti intervallivi. Un piano importante, il cui investimento complessivo è pari a 267,5 milioni di euro per la SS51, la SS51Bis e la SS52.
Nell’ambito del piano straordinario di potenziamento della viabilità, Anas (Gruppo Fs Italiane) è intervenuta per migliorare la sicurezza della SS 51 “Alemagna”. «Si tratta – ha spiegato il presidente di Anas, Claudio Andrea Gemme, che è anche Commissario viabilità per il Piano Cortina 2021 - della riqualificazione della viabilità di accesso alla zona produttiva denominata “Pian da Lago”, al km 98,950 della statale 51 tramite una rotatoria. In particolare Anas si impegna ad inserire la realizzazione dell’opera, il cui costo è stimato in circa 700mila euro, nelle future programmazioni aziendali».
Cortina rappresenta inoltre il primo grande laboratorio di iniziative innovative e di sviluppo tecnologico con una tecnologia propedeutica allo sviluppo della Smart Mobility e ai futuri scenari di guida autonoma dei veicoli. La statale 51 sarà fornita di una innovativa infrastruttura tecnologica, per un investimento complessivo di circa 26 milioni di euro.
Tra i lavori che hanno interessato il territorio troviamo la realizzazione di 6 aree distinte a ridosso della pista da sci esistente, denominata “A” del Col Drusciè. Per consentire la dismissione del vecchio tratto stradale Colfiere-Laghi Ghedina che occupava parzialmente la futura area di arrivo, nonché risolvere le interferenze con le piste da sci esistenti è stata realizzata una nuova strada by-pass di circa 900 metri che assicurerà la continuità viaria della strada comunale. È stato inoltre realizzato un collegamento denominato “Rounzos” che dalla strada Gilardon permetterà agli spettatori di raggiungere a piedi le aree realizzate.
Relativamente ai progetti delle quattro varianti ai centri abitati (San Vito di Cadore, Tai di Cadore e Valle di Cadore), le procedure per la valutazione dell’impatto ambientale si sono concluse solo a settembre 2020. Ora sono in corso di svolgimento le conferenze dei servizi. Per quanto riguarda la strada statale 51 Bis e la strada statale 52 “Carnica” il Piano comprende la realizzazione di complessivi 25 interventi di potenziamento riqualificazione e messa in sicurezza. Nei giorni scorsi è stato sottoscritto tra Concessioni Autostradali Venete Cav, Veneto Strade ed Anas il protocollo d’intesa relativo al sistema integrato di infomobilità per la gestione dell’informazione relativa alla mobilità ai campionati mondiali. Da una sala operativa con personale e tecnologie dedicate sarà monitorata e controllata la mobilità sul territorio per garantire nel contempo un’informazione all’utenza in tempo reale. Assieme ad altre informazioni sarà consultabile nella App Cortina2021.

Loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti