ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùIl terzo grado di giudizio

Mondo di Mezzo, parte il processo davanti alla Corte di Cassazione

Il primo grado aveva escluso l’ipotesi del reato di associazione mafiosa, poi riconosciuto dalla Corte d’Appello. Ora la parola spetta al terzo grado, anche se già nel 2015 si era espressa a favore dell’accusa dei pm di Roma. Le difese annunciano battaglia

di Ivan Cimmarusti


Confisca dei beni per gli evasori, come contro la mafia

2' di lettura

Il processo Mafia Capitale (o Mondo di Mezzo) arriva alla Corte di Cassazione, davanti alla VI sezione penale, presieduta da Giorgio Fidelbo. Un processo che ruota attorno al 416bis, il reato di associazione mafiosa caduto in primo grado ma riconosciuto dalla Corte d’Appello. Al momento sono due le altre giornate di udienze calendarizzate con la possibilità di arrivare a una terza: giovedì 17, venerdì 18 ed eventualmente sabato 19. Una decisione del presidente di sezione che tiene conto sia del numero dei ricorrenti che della complessità delle imputazioni.

GUARDA IL VIDEO - Giovanni Falcone, una vita contro la mafia

Secondo l’impostazione accusatoria, riconosciuta dal secondo grado, Mondo di Mezzo è stata un’associazione di tipo mafioso che ha tenuto sotto scacco la Capitale d’Italia. La Corte d’Appello di Roma ha ribaltato la sentenza di primo grado, riconoscendo che l’ex estremista di destra Massimo Carminati, assieme all’imprenditore Salvatore Buzzi, aveva costituito e coordinato un’organizzazione secondo i criteri stabiliti dall’articolo 416 bis del codice penale. Un gruppo in grado di veicolare le scelte di politica amministrativa sia del Comune di Roma sia della Regione Lazio, come dimostrato.

GUARDA IL VIDEO - Mattarella: Repubblica si inchina alle vittime di Capaci

Non è la prima volta che la Cassazione analizza il caso giudiziario. «La forza intimidatrice» di un’associazione di tipo mafioso non deve essere esclusivamente fondata sulla «violenza» ma anche sulla «contiguità politica ed elettorale» che trova nel «metodo corruttivo» la sua peculiarità. Così nella primavera del 2015 la sesta sezione penale della Corte di Cassazione (presidente Antonio Agrò e relatore Gaetano De Amicis) confermava l’impianto accusatorio, anche se si trattava di una pronuncia emessa in sede cautelare.

Palermo ricorda Falcone a 27 anni dalla strage di Capaci

Palermo ricorda Falcone a 27 anni dalla strage di Capaci

Photogallery13 foto

Visualizza

Secondo il quadro accusatorio, Carminati era riuscito a «penetrare» il tessuto economico della Capitale sfruttando la forza imprenditoriale di Salvatore Buzzi, cui aveva concesso finanziamenti in quanto ritenuto un socio occulto dalla struttura messa in piedi dall’imprenditore. Gli atti societari, uniti alle rielaborazioni investigative dei carabinieri del Ros, hanno fatto piena luce su come la sua piccola cooperativa, nata nel carcere di Rebibbia 30 anni fa, sia esplosa in una galassia di altre cooperative e società direttamente o indirettamente controllate dalla “29giugno coop.” di Buzzi e con socio occulto Carminati.

La Cassazione nel 2015: la «forza intimidatrice» di un’associazione di tipo mafioso non deve essere esclusivamente fondata sulla «violenza» ma anche sulla «contiguità politica ed elettorale» che trova nel «metodo corruttivo» la sua peculiarità

Un’azienda che risulta essere passata da piccoli appalti col Comune di Roma nel 1994, alla gestione dei centri di accoglienza per gli immigrati, con un business milionario ottenuto illecitamente .Stando ai documenti, la presunta “holding criminale” subisce uno sprint tra i 2007 e il 2012: risulta un aumento del 98,29% del fatturato. Questo valore «è stato generato – si legge nelle carte societarie inserite nel fascicolo giudiziario – principalmente dal settore raccolta e trasporto rifiuti solidi urbani, che da solo ha un'incidenza sul fatturato del 43,50%». Il riferimento è alle commesse con l’Ama, l'azienda municipalizzata di Roma che si occupa di igiene urbana.

Riproduzione riservata ©
Per saperne di più

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...