STOP AL 41 BIS

Mondo di mezzo, revocato il carcere duro all’ex Nar Carminati

La decisione è una probabile conseguenza della pronuncia della Corte di Cassazione che ha fatto cadere per Carminati l’accusa di associazione mafiosa nel processo sul Mondo di mezzo

"Mondo di mezzo" non e' Mafia Capitale

La decisione è una probabile conseguenza della pronuncia della Corte di Cassazione che ha fatto cadere per Carminati l’accusa di associazione mafiosa nel processo sul Mondo di mezzo


1' di lettura

Dopo la pronuncia della Cassazione secondo la quale “Mondo di mezzo” non è mafia è giunta la revoca del 41 bis, il cosiddetto “carcere duro”, a Massimo Carminati. È quanto si apprende in ambienti del ministero della Giustizia. La decisione, dunque, è una probabile conseguenza della pronuncia della Corte di Cassazione che ha fatto cadere per l’ex Nar l’accusa di associazione mafiosa nel processo sul Mondo di mezzo.

La Cassazione: Mondo di mezzo è associazione a delinquere semplice
Martedì 22 ottobre la Cassazione ha ribaltato il verdetto d’appello, e ha stabilito che l’organizzazione a delinquere capeggiata da Carminati e dall’ex ras delle Cooperative Salvatore Buzzi non è stata un’associazione di stampo mafioso ma un’associazione a delinquere “semplice”. Di conseguenza, la pena andrà ricalcolata. Ci sarà dunque un nuovo processo d’appello, davanti a una sezione diversa da quella che aveva ipotizzato le mani della “piovra” su Roma.

«Chiederemo scarcerazione per Buzzi»
«La prossima settimana depositeremo un’istanza di scarcerazione per Buzzi», ha annunciato Alessandro Siddi, legale di Salvatore Buzzi, uno dei principali imputati a processo nell’inchiesta “Mondo di Mezzo”.

Mondo di Mezzo, Corte di Cassazione: «Non è una mafia»

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti