Mondo

La “missione” di Mattarella: un seggio Onu all'Italia

  • Abbonati
  • Accedi
il viaggio del presidente

La “missione” di Mattarella: un seggio Onu all'Italia

Il senso di questa tappa a New York di Sergio Mattarella sta tutta negli incontri di questa mattina all'Onu. La missione è quella di convincere alla “causa” italiana quanti più membri possibili per spuntare il seggio non permanente al Consiglio di sicurezza per il biennio 2017-2018. Le votazioni ci saranno a fine giugno e serviranno i due terzi dei 193 Paesi aderenti per sconfiggere le candidature concorrenti di Svezia e Olanda.

Naturalmente si parlerà anche di questo nell'incontro tra Mattarella e il segretario generale Ban Ki-moon ma il pressing ha già fatto breccia su molti Stati in ragione di due fattori principali. Il primo è che l'Italia ha una vasta presenza in vari teatri di crisi, impegnata in operazioni di pace in diverse aree del Medio Oriente, a cominciare dal Libano con la missione Unifil che impegna almeno mille italiani. Il secondo è che l'Italia per la sua posizione geografica e la sua esperienza nelle aree del Mediterraneo ha un profilo coerente con le emergenze che vanno profilandosi, a cominciare dalla lotta al terrorismo e all'emergenza umanitaria provocata dall'ondata migratoria. Infine c'è anche una questione di risorse visto che il nostro Paese è l'ottavo contributore Onu.

E' su questi aspetti che Mattarella vuole impostare la sua offensiva diplomatica che svilupperà negli incontri di questa mattina al Palazzo di Vetro. Nel pomeriggio invece ci sarà un incontro al Guggenheim Museum con la comunità italo-americana.
Ma nello staff del presidente si comincia a fare un primissimo bilancio della visita americana e, dopo la tappa a Washington conclusa ieri sera, il segno è positivo. “C'è una totale condivisione con Obama sui temi globali e su come affrontarli” ha detto ieri Mattarella dicendosi “molto, molto soddisfatto” dell'accoglienza ricevuta alla Casa Bianca dal presidente americano. Da oggi invece si concentrerà sulla “due giorni” di New York che si concluderà domani sera quando il capo dello Stato partirà alla volta di Houston, tappa finale del viaggio.

© Riproduzione riservata