Mondo

In Germania crolla la fiducia degli investitori

  • Abbonati
  • Accedi
rallentamento

In Germania crolla la fiducia degli investitori

«L’incombente rallentamento dell’economia globale e le incertezze derivanti dal calo dei prezzi del petrolio» hanno prodotto un crollo, a febbraio, della fiducia degli investitori tedeschi.

L’indice Zew, che misura il morale degli investitori tedeschi sulle attese economiche, è sceso di 9,2 punti rispetto a gennaio, per il secondo mese consecutivo, attestandosi a quota 1 da 10,2. Pesano le turbolenze finanziarie innescate dal rallentamento delle economie. «In vista di questi sviluppi - sottolinea Sascha Steffen di Zew - la preoccupazione per l’aumento dei rischi di insolvenza ha già causato il crollo delle quotazioni azionarie di molte banche in Europa, Giappone e Stati Uniti».

Si è deteriorato anche il giudizio sulla situazione corrente, sceso di 7,4 punti a 52,3 da 59,7 di dicembre. E l’indice che misura la fiducia degli investitori sull’Eurozona è calato di 9,1 punti al livello di 13,6.

Gli ultimi dati sulla crescita tedesca sono stati in linea con le aspettative degli analisti: +0,3% nel quarto trimestre 2015 rispetto a quello precedente. La prima economia dell’Eurozona ha mantenuto una velocità di crociera moderata.

Tuttavia, gli esperti non nascondono che qualche preoccupazione in più ci sia in quanto sono aumentati di recente i rischi al ribasso. Le fibrillazioni dei mercati finanziari potrebbero trasmettersi all’economia reale incidendo negativamente sia sulla fiducia di imprese e consumatori che sulle condizioni finanziarie in cui le aziende operano.

© Riproduzione riservata