Mondo

Francia, prorogato di sei mesi lo stato d’emergenza

  • Abbonati
  • Accedi
hollande: «la rabbia non degeneri nell’odio»

Francia, prorogato di sei mesi lo stato d’emergenza

Foto Lapresse
Foto Lapresse

L'Assemblea Nazionale francese ha votato a favore della proroga dello stato d'emergenza per altri sei mesi in seguito alla strage di Nizza. Il voto avvenuto nella notte, conferma quello dato dai deputati francesi in commissione. Intorno alle 2 del mattino i deputati hanno approvato l'articolo del progetto di legge che proroga di 6 mesi la misura eccezionale, in luogo dei 3, secondo le intenzioni del governo prima della strage di Nizza. Lo stato d'emergenza resterà dunque in vigore fino a gennaio 2017.

Le misure varate dal Parlamento francese danno alla polizia poteri più estesi per effettuare perquisizioni ed eseguire arresti domiciliari. È la quarta volta che il Parlamento francese ha proposto di prolungare lo stato d'emergenza. Subito dopo la strage di Nizza del 14 luglio, sono scattate misure eccezionali di contrasto al terrorismo che hanno portato le forze dell’ordine francesi a effettuare numerose perquisizioni e alcuni arresti tra persone coinvolte nell’attentato in cui hanno perso la vita 84 persone.


Il presidente francese, Francois Hollande, riferendosi alle vittime della strage di Nizza ha detto che «quindici persone sono ancora tra la vita e la morte». Hollande ha anche sostenuto che dopo il massacro la rabbia è legittima ma «non può degenerare nell'odio e nel sospetto». Oggi, intanto, è previsto il rientro all'aeroporto di Milano-Malpensa delle salme delle vittime italiane.

Estate a Parigi, annullati alcuni eventi
Una serie di avvenimenti estivi a Parigi è stata annullata in assenza di «sufficienti garanzie di sicurezza». Lo ha annunciato la prefettura della polizia. Alcuni eventi non presentano «garanzie soddisfacenti di sicurezza» a Parigi e nell'Ile-de-France e saranno annullati, come la pedonalizzazione degli Champs-Elysees, il cinema all'aperto e il torneo di basket Quai 54, ha annunciato la prefettura della polizia. Dopo l'attentato di Nizza, «i dispositivi di sicurezza di diverse manifestazioni sono stati oggetto di un accurato esame e e sono stati, in molti casi, significativamente rafforzati», in particolare per la quindicesima edizione di Paris Plages, che inizia mercoledì.

© Riproduzione riservata