Mondo

2/11 Incentivi a Industria 4.0 / Francia

  • Abbonati
  • Accedi
    FISCO

    Industria 4.0: ecco gli incentivi Ue paese per paese

    Il sostegno alla crescita delle start up innovative, i premi alla R&S e gli sgravi per la ricerca ambientale. Scopri quali sono gli incentivi in 14 Paesi

    2/11 Incentivi a Industria 4.0 / Francia

    Sono previsti incentivi per chi investe in start-up e Pmi innovative, esonerando gli utili da queste distribuiti e con un regime agevolato per le plusvalenze a seconda del periodo di detenzione delle partecipazioni. L'abbattimento è del 50% se la detenzione è superiore a un anno, del 65% se è superiore a 4 anni e dell'85% se superiore a 8 anni.
    E' possibile ottenere un credito d'imposta del 30% dell'ammontare dei costi per le spese di ricerca tecnica e di alta specializzazione fino a 100 milioni di euro, e del 5% sull'eccedenza; per l'alta specializzazione (svolta da soggetti con dottorati e titoli simili), i costi sono considerati per il doppio del loro ammontare, a determinate condizioni. E' inoltre prevista una tassazione agevolata del 15% per brevetti, nazionali ed europei, purché l'invenzione sia brevettabile in Francia.
    Anche la Francia prevede supermmortamenti del 140% per gli acquisti di macchinari funzionali all'impresa 4.0 (come multiapplicazioni riprogrammabili comandati automaticamente, programmabili su tre o più assi, fissi o mobili, destinati ad uso industriale) ma solo per le imprese minori. La misura è temporanea.
    La Francia premia inoltre le imprese che investono nel green con la deducibilità del 13,5% calcolata sul valore dell'investimento.

    © Riproduzione riservata