Mondo

Riforma Ue, Merkel apre a Macron in attesa di formare un governo

  • Abbonati
  • Accedi
vertice in estonia

Riforma Ue, Merkel apre a Macron in attesa di formare un governo

DAL NOSTRO INVIATO
TALLINN – La riforma dell'Unione europea e soprattutto della zona euro si conferma essere un cantiere lungo e ricco di ostacoli. Ieri sera il tema è stato discusso dai Ventotto in occasione di una cena informale prima del vertice di oggi qui a Tallinn tutto dedicato alla grande sfida digitale. Il recente discorso del presidente francese Emmanuel Macron, che martedì ha tratteggiato la sua visione dell'Unione, ha ricevuto un primo interlocutorio appoggio da parte della Germania.

Incaricato di informare la stampa, un esponente europeo ha riferito che durante la cena di ieri sera tutti i Ventotto hanno confermato «la volontà forte e condivisa di mantenere l'unità». Si sono detti pronti a studiare nuove riforme dell'Unione, sulla scia delle dichiarazioni in tale senso di Bratislava, nel settembre 2016, e di Roma, nel marzo 2017. Il presidente del Consiglio europeo Donald Tusk «si consulterà con i leader nelle prossime due settimane per valutare la strada da percorrere».

I Ventotto terranno un nuovo vertice europeo alla fine di ottobre. Sarà l'occasione per fare nuovamente il punto. I paesi membri sono convinti che l'Unione europea vada rafforzata, nello stesso modo in cui la zona euro deve essere riformata e resa più forte nel resistere agli shock interni ed esterni. Tuttavia, mentre la Germania propone di trasformare il Meccanismo europeo di Stabilità in un Fondo monetario europeo, la Francia insiste sulla nascita di un bilancio della zona euro.

Parlando ieri sera alla stampa, sempre qui a Tallinn, la cancelliera tedesca Angela Merkel ha definito il recente discorso del leader francese un «buon impulso». Ha spiegato che tra Germania e Francia vi è «un ampio consenso» sulla direzione in cui deve andare l'Europa. «Dobbiamo ancora parlare dei dettagli», ha però precisato, riferendosi in particolare alla zona euro. La presa di posizione tedesca è parsa a molti osservatori qui nella capitale estone di prammatica.

In pieno negoziato per la formazione di un nuovo governo a Berlino, la signora Merkel non ha voluto prendere impegni. Martedì, in un discorso alla Sorbona, Emmanuel Macron ha illustrato varie proposte per rafforzare l'Unione - alcune ambiziose, altre già avviate, ma è rimasto significativamente cauto sul futuro dell'unione monetaria, consapevole delle potenziali divergenze con la Germania (si veda Il Sole/24 Ore di mercoledì).

I due leader francese e tedesco si sono incontrati prima della cena a Ventotto. Secondo un diplomatico francese, l'incontro si è svolto in «una atmosfera molto buona». La cancelliera Merkel e il presidente Macron si sono parlati senza la presenza di interpreti, in inglese. Sempre secondo l'esponente francese, la signora Merkel ha accolto positivamente «il ritorno della Francia sulla scena europea», dopo una presidenza di François Hollande, segnata da cautela e prudenza, se non paralisi.

La scelta di Donald Tusk di toccare con mano nelle prossime settimane le impressioni dei singoli paesi è sintomatica. Secondo alcuni diplomatici, le proposte di Emmanuel Macron hanno irrigidito i paesi più piccoli. A dir il vero, il presidente francese ha fatto un lungo elenco di proposte, suggerimenti, idee. Alcuni più dettagliati di altri. Ma ha certamente messo sul tavolo molti temi controversi – dalla difesa europea alla fiscalità comune – che rischiano di urtare molte capitali.

Come detto, oggi i Ventotto discuteranno della rivoluzione digitale. Due le sessioni. La prima è dedicata alla sicurezza cibernetica. Un esponente della presidenza estone dell'Unione ha sottolineato che «la fiducia è un aspetto cruciale nell'efficace uso dell'informatica». La seconda sessione sarà invece riservata all'impatto che l'informatica sta avendo sulla società e sull'industria. Secondo uno studio comunitario, il valore economico dei dati passerà in Europa da 300 miliardi nel 2016 a 739 miliardi di euro nel 2020.

© Riproduzione riservata