Mondo

Usa-Messico: tutti i punti del nuovo accordo Nafta

  • Abbonati
  • Accedi
i contenuti dell’intesa

Usa-Messico: tutti i punti del nuovo accordo Nafta

  • – di Redazione Online

In attesa che i parlamenti di Stati Uniti e Messico diano la propria approvazione all’intesa bilaterale annunciata il 27 agosto da Donald Trump, il grande interrogativo riguarda la partecipazione del Canada, che ancora non ha sciolto la riserva. In sua assenza il Nafta resterà un accordo commerciale bilaterale, con diversi dettagli ancora da chiarire. Al momento, sintetizzati dal Wall Street Journal, i punti fermi sono i seguenti:

Automobili. In base alle intese, il 75% dei componenti di un’auto dovrà essere i origine nordamericana. Solo così l’automobile non sarà soggetta a dazi. Attualmente il Nafta (l’accordo di libero scambio sottoscritto da Usa, Canada e Messico) richiede una percentuale del 62,5 per cento.

GUARDA IL VIDEO / Accordo sul commercio tra Usa e Messico, addio al Nafta

Salari
Per rendere più competitive le auto di produzione statunitense, l’accordo prevede che una percentuale del 40/45% venga affidata a lavoratori pagati almeno 16 dollari l’ora. In questo modo le compagnie automobilistiche dovranno garantire salari più alti negli impianti in Messico, o mantenere la produzione negli Usa, dove le paghe sono più elevate.

Acciaio e alluminio
Le componenti in acciaio e alluminio dovranno provenire dal Nord America. Aiutando così l’amministrazione Trump a centrare l’obiettivo di elevare le operazioni delle imprese siderurgiche americane all’80% della loro capacità.

Gli altri settori
L’intesa punta a incentivare la produzione in Nord America anche negli altri settori industriali - tessile, chimica, siderurgia - con percentuali da rispettare in cambio delle esenzioni da tariffe.

Proprietà intellettuale
I detentori di copyright saranno protetti nei mercati dei Paesi aderenti all’intesa. Il capitolo sui diritti relativi alla proprietà intellettuale verrà preso a modello per intese con altri Paesi, inclusa la Cina.

Commercio digitale
Le tariffe saranno proibite per i prodotti digitali distribuiti elettronicamente: e-books, video, musica, sofware, videogiochi. Un capito, questo, in cui il Nafta avrebbe avuto comunque bisogno di un aggiornamento.

La clausola del “tramonto”
L’intesa ha un valore di 16 anni, con una revisione richiesta dopo sei anni. Era desiderio dell’amministrazione Trump una scadenza automatica di cinque anni, avversata da Messico e Canada secondo cui le imprese hanno bisogno di certezze maggiori per poter impostare investimenti di lungo termine.

Agricoltura
Stati Uniti e Messico hanno concordato di non imporre tariffe sui rispettivi prodotti agricoli, e di non utilizzare sussidi all’export. L’accordo bilaterale mantiene la maggior parte delle misure previste dal Nafta: allontanando la minaccia di tariffe e ritorsioni per le imprese agricole.

© Riproduzione riservata