Mondo

Copyright, ecco cosa ha votato il Parlamento Ue e perché non è…

  • Abbonati
  • Accedi
tutela di giornalisti, autori e editori

Copyright, ecco cosa ha votato il Parlamento Ue e perché non è una «censura»

La proposta di riforma del copyright che l’Europarlamento ha approvato mercoledì 12 settembre - dopo averne discusso per due anni - tutela i contenuti sul web. Quelli giornalistici soprattutto ma anche di tutti coloro che producono a vario titolo contenuti e vengono intercettati e rilanciati dalle grandi piattaforme web, Google, Youtube, Facebook per fare i nomi più importanti. Il testo votato...

Hai raggiunto il limite di articoli in libera lettura questo mese

Registrati

per continuare a leggere e non perdere gli articoli più interessanti selezionati per te.

Già registrato?
Accedi