Mondo

Argentina: incriminata per corruzione l’ex presidente Cristina…

  • Abbonati
  • Accedi
l’inchiesta

Argentina: incriminata per corruzione l’ex presidente Cristina Kirchner

  • – di Redazione Online

Incriminata nell’ambito dell’inchiesta per corruzione l’ex presidentessa argentina Cristina Kirchner. Il provvedimento del giudice Claudio Bonadio valuta anche l’eventuale carcere preventivo, della senatrice considerata «il capo di una associazione illecita». Lo riferisce l'agenzia di stampa Na.

La decisione riguarda la causa legata alla scoperta delle fotocopie di block notes, gli originali sono andati persi, su cui un ex autista governativo annotò per un decennio i movimenti per la raccolta di tangenti frutto dell’assegnazione di lavori pubblici durante i governi del presidente defunto Nestor Kirchner e di sua moglie Cristina che gli succedette alla Casa Rosada.

Si tratta di una decisione presa dal giudice Bonadio, titolare dell’inchiesta che sta sconvolgendo il mondo politico del Paese sudamericano. Ma l’atto del magistrato era anche atteso, al punto che la prima reazione dei legali della Kirchner è stata: «Non siamo davvero sorpresi che lo abbia fatto».

Bonadio ha precisato che attenderà la decisione della Camera federale di Appello sulla sua iniziativa prima di presentare la richiesta al Senato per la revoca dell'immunità di cui gode la senatrice.

Oltre alla senatrice argentina la causa conta una ventina di “imputati collaboratori” fra cui imprenditori.

Imputati di primo piano sono l’ex ministro della Pianificazione, Julio De Vido e il suo vice, Roberto Baratta, il cui ex-autista ora pentito, Oscar Centeno, sarebbe l’autore delle memorie che hanno permesso l’avvio delle indagini sui fenomeni di corruzione durante le presidenze di Nestor e Cristina Kirchner. Bonadio ha imposto inoltre un embargo di beni della Kirchner per un valore in pesos pari a circa 86 milioni di euro.

© Riproduzione riservata