Mondo

In Usa è battaglia sul giudice «molestatore» ma Trump (che…

  • Abbonati
  • Accedi
il caso brett Kavanaugh

In Usa è battaglia sul giudice «molestatore» ma Trump (che lo ha scelto) lo difende

Manifestazione contro il giudice Kavanaugh di fronte alla Corte Suprema
Manifestazione contro il giudice Kavanaugh di fronte alla Corte Suprema

Donald Trump è tornato a difendere il giudice Brett Kavanaugh, da lui nominato alla Corte suprema, definendo le accuse di molestie sessuali nei suoi confronti «totalmente politiche». «È un uomo straordinario con un passato irreprensibile», “io sono con lui sino in fondo» ha aggiunto da New York, dove si trova per l'assemblea generale dell'Onu. Ma oggi è un brutto giorno per Kavanaugh, la cui nomina sposterebbe decisamente a destra gli equilibri della Corte suprema per i prossimi anni, per molto più tempo di quanto possono durare due mandati di Trump perché la nomina dei giudici della Corte Suprema è a vita e Trump ne ha nominato già uno l’anno scorso. Kavanaugh sarebbe il secondo. Ma Kavanaugh è attaccato per il suo passato non proprio immacolato, prima una donna che dice di essere stata assalita quando aveva 15 anni e l’accusato 17 ed ora è disposta a testimoniare davanti al Congresso.

Oggi una seconda donna lo accusa, a rivelare la sua esistenza è il New Yorker e il giornalista Ronan Farrow, figlio di Mia e Woody Allen, nonché autore della inchiesta giornalistica sulle molestie a Hollywood che ha messo nei guai il produttore Harvey Weinstein. Secondo il New Yorker, i democratici in Senato stanno indagando sulle accuse mosse da Deborah Ramirez, la seconda donna che accusa Kavanaugh.

Usa, una seconda donna accusa il giudice Kavanaugh di molestie

«Le accuse sembrano credibili» afferma un portavoce di un senatore democratico. Ramirez dice di essere stata assalita da Kavanaugh nell'anno accademico 1983-1984 a Yale: il giudice nominato da Trump si sarebbe presentato ubriaco nel suo dormitorio e l'avrebbe costretta a toccarlo nelle sue parti intime contro la sua volontà. La donna scende nei dettagli con il New Yorker: l'incidente è avvenuto nella Lawrence Hall, nell'area conosciuta come il vecchio campus di Yale. Ramirez ricorda Kavanaugh mentre si tirava su i pantaloni dopo averle mostrato le sue parti intime. «Brett stava ridendo. Posso ancora vedere il suo viso e le sue anche farsi avanti» dice la donna al giornale.

Ai tempi dell'accaduto Kavanaugh aveva 18 anni ed era quindi legalmente un adulto. Durante l'audizione per la sua conferma in Senato, il giudice nominato da Trump ha giurato di non aver mai commesso molestie verbali o fisiche in età adulta.

Le accuse di Ramirez si vanno ad aggiungere a quelle di Christine Ford, che ha puntato il dito contro il giudice per averla assalita ai tempi del liceo. Ford comparirà davanti alla commissione giustizia del Senato giovedì insieme proprio a Kavanaugh, che sta affilando le armi in vista dell'audizione e si appresta a consegnare ai senatori l'agenda di suoi appuntamenti di quell'anno, nella quale non ci sarebbe traccia del party 'incriminato', quello in cui avrebbe assalito Ford.

Usa, 70 arresti per proteste contro giudice Kavanaugh

Ford e Kavanuagh si sono incontrati nell'area di Washington, fra i 'privilegiati' delle scuole private. Poi la presunta aggressione sess uale che l'ha cambiata: da ragazza solare e amichevole, si è chiusa in se stessa fino a ritrovare la vita dopo il liceo con il trasferimento in California, dove grazie al surf e dopo l'università si è affermata per i suoi studi e le sue ricerche sulla depressione, l'ansia e la resistenza ai traumi. Ora gli anni dell'incubo tornano con tutta la loro forza e Ford si prepara a presentarsi in Senato e a sottoporsi all'interrogatorio e alle critiche, da cui finora non è stata risparmiata. Deve spiegare perché è stata in silenzio per tutti questi anni e perché almeno quattro testimoni non ricordano il party 'incriminato', durante il quale Kavanuagh l'avrebbe assalita.

Ford per l'audizione torna nella città da cui è fuggita. La consigliere di Trump, Kellyanne Conway dice che tutto questo è una cospirazione di sinistra.

© Riproduzione riservata