Mondo

Tsunami in Indonesia, drammatico aumento delle vittime: sono 1.407

  • Abbonati
  • Accedi
onda causata da un terremoto

Tsunami in Indonesia, drammatico aumento delle vittime: sono 1.407

ANSA/BNPB
ANSA/BNPB

Sale in maniera drammatica il numero delle vittime del terremoto e dello tsunami che hanno colpito venerdì l’isola di Sulawesi, in Indonesia. Il bilancio aggiornato al 3 ottobre è di 1.407, come hanno reso noto le autorità del Paese. La città di Palu è stata la più colpita, con onde alte fino a 2 metri, innescate dal terremoto di magnitudo 7.5 che ha interessato l’arcipelago indonesiano, spazzando via molte case. Molti danni anche nella cittadina di Donggala. Il bilancio è stato fornito da Sutopo Purwo Nugroho, portavoce della Protezione civile.

La costa centro-occidentale dell’isola indonesiana di Sulawesi è stata colpita prima del tramonto da un doppio terremoto e poi dallo tsunami.

Una tragedia - specie quella del maremoto - le cui dimensioni non sono ancora chiare, complice anche il sopraggiungere della notte che ha reso più difficili le operazioni di soccorso. Ma che non mancherà di scatenare polemiche visto che l'allarme tsunami, diramato dopo il sisma, era stato tolto dalle autorità mezz'ora dopo. Nel dicembre 2004, un terremoto di magnitudo 9.1 al largo dell’isola di Sumatra, nell'ovest dell’Indonesia, causò uno tsunami che provocò 230mila morti in una decina di Paesi del sudest asiatico.

A Palu c'è particolare preoccupazione per la sorte dei partecipanti a un festival su una spiaggia cittadina, travolti dallo tsunami ieri all'ora del tramonto. Potrebbero essere “decine o forse centinaia” di persone. Lo ha riferito il
portavoce della Protezione civile indonesiana.

© Riproduzione riservata