Mondo

AT&T lancia una nuova sfida a Netflix con tre servizi di streaming

  • Abbonati
  • Accedi
PIATTAFORMA IN ARRIVO

AT&T lancia una nuova sfida a Netflix con tre servizi di streaming

(Afp)
(Afp)

New York - Anche AT&T getta il guanto di sfida a Netflix. La frontiera dello streaming di film e spettacoli si affolla sempre più e diventa teatro di battaglie sempre più accese: lo storico colosso delle telecomunicazione e dei media, fresco dell'acquisizione da 81 miliardi di dollari di Time Warner ribattezzata WarnerMedia, ha deciso di lanciare l'anno prossimo ben tre versioni di un nuovo servizio di streaming. Un servizio che offrirà serie televisione e lungometraggi originali sfornati dagli Studios di Warner Bros., Turner e Hbo appena passati di mano.

La sfida a Netflix ha visto in questi ultimi anni scendere in campo altri agguerriti concorrenti: Walt Disney ha in programma il decollo di un inedito servizio di streaming nutrito dalle sue popolari proprietà televisive e cinematografiche, compresi i supereroi della Marvel. I quali appaiono infatti destinati a sparire da Netflix, dove oggi sono invece di casa. Amazon, il leader dell'e-commerce e di Internet, è a sua volta impegnato a sviluppare costantemente il proprio servizio di streaming all'interno degli abbonamenti a Prime arricchendolo di contenuto originale.

La trasformazione di AT&T, dalla telefonia alla multimedialità
AT&T, un tempo regina del solo “core” business della telefonia, fissa e mobile, si sta oggi a tutti gli effetti trasformando nell'ultimo gigante multimediale: il chief executive Randall Stephenson ha stimato che l'anno prossimo le sue attività nei media genereranno un cash flow pari a 26 miliardi di dollari. Un tesoro che, oltre a investimenti nella divisione che li sforna, servirà a contribuire al sostegno dell'intero gruppo, dai generosi dividendi alle spese di rafforzamento delle reti fino ad una prevista riduzione di circa 12 miliardi di un indebitamento considerato eccessivo.Qualora servissero ulteriori risorse, sia per il decollo e potenziamento dello streaming che per gli altri obiettivi, AT&T ha già indicato di essere pronta a vendere asset per circa sei-otto miliardi. In gioco finirebbero la sua quota di minoranza in un altro servizio di streaming, Hulu, e la tv satellitare messicana SkyMexico.

La prima offerta della piattaforma anti-Netflix
Sotto il marchio di WarnerMedia, guidato da John Stankey, le tre versioni del nuovo servizio di streaming anti-Netflix cominceranno con un'offerta base limitata ai film. Al suo fianco nascerà un secondo livello, con contenuti originali e una maggior scelta di lungometraggi; infine il terzo livello, definito di “bundle”, presenterà una combinazione tra le prime due versioni assieme a film classici, commedie e programmi per bambini. Stankey ha indicato che nei prossimi mesi WarnerMedia ritirerà molto del suo contenuto da biblioteche oggi controllate da altri per inserirlo nei propri servizi.

© Riproduzione riservata