Mondo

Trump firmerà stop a shutdown ma con emergenza nazionale per il muro

  • Abbonati
  • Accedi
verso la firma del decreto

Trump firmerà stop a shutdown ma con emergenza nazionale per il muro

NEW YORK - Donald Trump firmerà la legge sulla sicurezza dei confini in approvazione in queste ore al Congresso per evitare un altro shutdown del governo. Ma dichiarerà l'emergenza nazionale per costruire il muro al confine con il Messico, utilizzando i fondi del genio militare destinati alle calamità naturali. Lo ha detto il leader dei repubblicani al Senato Mitch McConnell. “Ho appena avuto l'opportunità di parlare con il presidente Trump e voglio dire ai miei colleghi che mi ha confermato che è pronto a firmare il security bill”, ha detto il capo dei Senatori. “Ma mi ha anche detto che si prepara allo stesso tempo a dichiarare un'emergenza nazionale (per costruire il muro, ndr) e io gli ho detto che lo sosterrò nella sua dichiarazione di emergenza nazionale.

La legge che Camera e Senato approvano oggi, a seguito di un accordo bipartisan tra i democratici e i repubblicani, prevede finanziamenti per oltre 300 miliardi di dollari al Dipartimento per la sicurezza nazionale e ad altre agenzie federali fino al 30 settembre. Ma non ci sono i fondi chiesti da Trump per il suo muro. Il security bill finanzia solo una recinzione, una rete metallica lunga 55 chilometri con stanziamenti per 1,3 miliardi, molto meno dei 5,7 miliardi chiesti dal presidente. Alla mezzanotte di venerdì scade la proroga di quindici giorni dello shutdown. E senza la firma di Trump sul provvedimento del Congresso il governo americano chiuderà di nuovo i battenti.

A Trump l'accordo raggiunto, non piace e lo ha subito fatto sapere: “non posso dire di essere contento”, aveva detto ai cronisti subito la diffusione della notizia martedì scorso. Ma si è detto pronto a firmare il provvedimento per evitare un nuovo blocco amministrativo. “Non voglio vedere un nuovo shutdown” ha affermato. “Lo shutdown è una cosa terribile. Una cosa che la maggior parte della gente non capisce”

© Riproduzione riservata