Mondo

Gilet gialli: nuovi scontri a Parigi. Tre mesi di protesta

  • Abbonati
  • Accedi
evacuata invalides

Gilet gialli: nuovi scontri a Parigi. Tre mesi di protesta

Primi scontri a Parigi, all'altezza della spianata degli Invalides, dove il corteo è stato bloccato dalla polizia. Gruppi di black bloc hanno preso l'iniziativa lanciando oggetti contro la polizia, le forze dell'ordine hanno lanciato dei lacrimogeni. Decisa l'evacuazione per motivi di sicurezza dell'intera spianata, a poche decine di metri dalla Tour Eiffel. In precedenza, lungo il percorso, c'erano stati incendi di cassonetti e, sul boulevard Saint-Michel, la devastazione di un piccolo supermercato.

A Rouen, in Normandia, un automobilista a lungo costretto in fila per una manifestazione dei gilet gialli, ha forzato il blocco ed ha ferito almeno tre
dimostranti. Dalle immagini trasmesse su varie emittenti, si vede un uomo
a terra, ferito alla testa, portato via dai soccorritori. Secondo testimoni oculari che hanno raccontato l'episodio sui social, l'auto è rimasta bloccata e l'uomo ha provato ad andare avanti. Nella vettura c'erano la moglie e un bambino, i manifestanti l'hanno circondata e hanno cominciato a prenderla a calci. La donna sarebbe stata presa dal panico e il marito ha accelerato. Fonti della tv BFM riferiscono che ci sono 4 feriti non gravi.

La protesta dei gilet gialli compie 3 mesi oggi 16 febbraio con il suo “14/o atto” e una manifestazione cominciata in un clima tranquillo e sotto un sole primaverile è partita dall'Arco di Trionfo. Per celebrare l'anniversario, diversi gruppi sulle pagine Facebook hanno dato appuntamento ai follower per manifestare anche domani.
A Tolosa, una settantina di manifestanti ha bloccato in mattinata un deposito di Amazon, mentre 150 persone sfilano a Strasburgo.
Imponente anche oggi, 80.000 agenti, lo schieramento di forze dell'ordine.

Su twitter è stato postato un video in cui si vede un gruppo di gilet gialli che incrocia oggi nelle strade di Parigi il filosofo e accademico Alain Finkielkraut e prende a insultarlo. Le grida sono estremamente aggressive, il gruppo si infoltisce e si fa più minaccioso fino a quando Finkielkraut viene preso per un braccio da una persona che lo invita ad allontanarsi.

© Riproduzione riservata