Mondo

Corea del Nord: «Testata una nuova arma tattica»

  • Abbonati
  • Accedi
«messaggio» a trump

Corea del Nord: «Testata una nuova arma tattica»

Un messaggio all'America di Donald Trump e ai suoi alleati, e una reazione alla recente ripresa di esercitazioni militari congiunte tra Seul e Washington: la Corea del Nord ha annunciato di aver condotto test di un nuova “arma tattica guidata”, sotto la diretta supervisione del leader Kim Jong-un che ha definito l'evento di grandi significato per il potenziamento delle capacita' belliche del Paese. Kim, secondo indiscrezioni sempre piu' precise, settimana prossima dovrebbe inoltre recarsi a Vladivostok per incontrare per la prima volta il presidente russo Vladimir Putin, il quale subito dopo si rechera' in Cina.

La Korean Central News Agency ha reso noto che il test e' avvenuto mercoledi', senza specificare di che tipo di nuovi sistema d'arma si sia trattato. Nessun lancio di missili e' stato comunque riscontrato dalle autorita' militari americane o sudcoreane: alcuni osservatori ipotizzano che possa essersi trattato di esperimenti di artiglieria a lungo raggio con lancio multiplo di razzi. Un limitato test militare di questo genere era gia' avvenuto nel novembre scorso ed era stato considerato anch'esso un mezzo per aumentare le pressioni su Washington per un ammorbidimento della linea negoziale. Di recente si sono anche moltiplicate le indicazioni di una ripresa di attivita' presso l'impianto nucleare di Yongbyon.

PER SAPERNE DI PIÙ / Trump-Kim, perché è fallito il vertice del disgelo

Kim Jong-un torna cosi' a far sentire la sua voce, dopo il fallimento del vertice di febbraio in Vietnam con Donald Trump e appena dopo esser stato rieletto presidente della State Affairs Commission dall'Assemblea Suprema del Popolo. Il leader nordcoreano ha piu' volte espresso la sua insoddisfazione per lo stallo nel processo negoziale che dovrebbe portare formalmente alla pace tra Pyongyang e Washington. L'Amministrazione Usa chiede passi concreti verso lo smantellamento degli armamenti nucleari prima di accettare una revisione delle sanzioni internazionali, mentre Kim chiede una loro immediata cancellazione. Un terzo vertice Kim-Trump – sollecitato dal presidente sudcoreano Moon Jae-in – non potra' svolgersi finche' non emergano possibilita' concrete di superare lo stallo.

© Riproduzione riservata