Mondo

Dossier Sovranisti contro federalisti: i numeri che dividono l’Europa

  • Abbonati
  • Accedi
Dossier | N. 52 articoli Elezioni Europee 2019

Sovranisti contro federalisti: i numeri che dividono l’Europa

Le elezioni europee del 26 maggio sono un derby politico-economico tra due concezioni della Ue: i federalisti che spingono per una maggiore integrazione continentale, i sovranisti che puntano a piegare le decisioni di Bruxelles alle esigenze “particolari” dei singoli stati membri. Nel percorso di avvicinamento a questa data, abbiamo deciso di raccontarvi i principali numeri economici del continente con cui le nuove istituzioni Ue dovranno confrontarsi. Lo abbiamo fatto con alcune card da sfogliare, e che trovate a questo link. Numeri, infografiche e immagini per entrare in maniera immediata nel cuore del dibattito europeo.

GUARDA IL VIDEO - Elezioni europee, ecco come si vota

GUARDA LE CARD - I NUMERI CHE DIVIDONO L’EUROPA

In cosa si differenzia la vita quotidiana del cittadino italiano da quello francese, tedesco o olandese? Alcune statistiche aiutano a dare una risposta, ovviamente non esaustiva. Il lavoro, ad esempio. Quello che sempre più giovani nati nei Paesi del sud Europa cercano fuori dai confini nazionali. Per quanto la media continentale dimostri che il numero di persone under 25 senza occupazione è in calo rispetto a un anno fa, la Germania registra la disoccupazione giovanile più bassa d'Europa, mentre in Grecia, Italia e Spagna gli under 25 senza lavoro sono tantissimi.

EUROPEE 2019 - IL DOSSIER DE IL SOLE 24 ORE

L’Europa dei numeri è spezzata. Da Nord a Sud, da Est a Ovest. I redditi in Italia sono fermi a fine anni Novanta: unico Paese tra i 28. In Germania, al contrario, sono persino cresciuti rispetto al 2008 della grande crisi, lo stesso la Francia. Trovate nelle card anche il debito pubblico in rapporto al Pil. Oppure la tassazione media per Paese e l’evasione fiscale, due aspetti che hanno una correlazione: come spiega questo articolo su Infodata più alta è la pressione più elevata è l’evasione. Nel nostro racconto visuale dell’Europa ci sono anche le mete migliori per fare startup (spoiler: conviene andare a Londra, Berlino o Parigi), la classifica dei Paesi le cui economie crescono più in fretta e uno studio della Commissione europea che prova a rilevare le cause che alimentano il consenso verso partiti anti-europei e/o cosiddetti populisti.

© Riproduzione riservata

>