Mondo

Figli dei sacerdoti, la chiesa di Francia apre al riconoscimento

  • Abbonati
  • Accedi
lo scoop di le monde

Figli dei sacerdoti, la chiesa di Francia apre al riconoscimento

Apertura senza precedenti della Chiesa cattolica francese verso il riconoscimento dei figli di sacerdoti, secondo quanto annuncia Le Monde. Stando a informazioni del quotidiano, alcuni figli di preti sono stati ricevuti per la prima volta da un responsabile ecclesiastico francese e a giugno testimonieranno davanti ad alcuni vescovi. Dopo secoli di negazione del fenomeno, la chiesa cattolica di Francia starebbe compiendo un timido ma comunque rivoluzionario passo in direzione del riconoscimento.

GUARDA IL VIDEO. Pubblica lista per i sacerdoti accusati di pedofilia

Tre membri dell’associazione francese Les Enfants du silence che conta una cinquantina di figli del clero sono stati accolti per la prima volta - su loro richiesta - da un leader ecclesiastico, secondo le informazioni del giornale. L’incontro, rimasto finora riservato, si è tenuto il 4 febbraio a Parigi presso la sede della Conferenza episcopale francese (Cef) che riunisce tutti i vescovi e i cardinali del Paese. Per un’ora e mezza, Olivier Ribadeau-Dumas, segretario generale della Cef, ha ascoltato la loro testimonianza su questo argomento tabù. Una discussione «cordiale e costruttiva», spiegano i diretti interessati a Le Monde, che ha ascoltato le «sofferenze» di questi uomini e donne considerati come frutto del peccato, respinti e cresciuti con vergogna e segretezza.

Questo incontro Anne-Marie Jarzac, figlia di un sacerdote e di una suora, presidente dei Figli del Silenzio, lo attendeva a lungo. «È stato un momento molto emozionante», dice la 67enne pensionata. Per la prima volta abbiamo sentito che la Chiesa ci stava aprendo le porte, che non c’era più la negazione, ma l’ascolto e la consapevolezza di ciò che avevamo sperimentato».

© Riproduzione riservata

>